Hubble da Guinness dei Primati

Trovata, tramite il Telescopio Spaziale Hubble (HST), la galassia più lontana mai osservata. La luce che ci arriva da essa risale a quando l’universo aveva solo 400 milioni di anni.

image1p1607aw-crop
La galassia GN-z11, nella costellazione dell’Orsa Maggiore. Fonte: NASA, ESA

Si chiama GN-z11 la galassia scoperta da una team internazionale di ricercatori, e con la sua distanza di 13,5 miliardi di anni luce, ha la particolarità di essere la più lontana, e quindi la più antica, mai osservata. L’ultima implicazione è dovuta al fatto che per osservare un oggetto nell’universo dobbiamo aspettare che la luce emessa da quell’oggetto arrivi fino a noi e questo fa sì che la luce che riceviamo da GN-z11 sia in realtà partita quando l’universo aveva appena 400 milioni di anni (vale a dire, appunto, 13,5 miliardi di anni fa).

La misura fatta dai ricercatori è stata fatta tramite spettroscopia, con cui si ricava un parametro, detto redshift, legato all’espansione dell’universo. Da questo, pari a 11.1 per la galassia in questione, si può ricavare la distanza della sorgente della radiazione.

Il record era precedentemente detenuto da EGSY8p7, con il suo redshift pari a 8.68.

Qui un video per capire dove e quanto lontano si trova la galassia GN-z11.

 

[1] Qui lo studio in questione.

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Motori come computer. Perché usare un gran numero di motori
Prima che il Falcon Heavy facesse il suo debutto nessun razzo con un così gran numero di motori è mai riuscito ad arrivare in orbita. Si può pensare che i vettori
6 GIF che parlano della meteorologia di Marte


Le immagini di Marte spesso ci danno l'impressione che Marte sia un pianeta morto e statico, caratterizzato solamente da qualche sporadica tempesta di sabbia. In realtà
Surge glaciali: le inondazioni dei giganti di ghiaccio
Migliaia di ghiacciai si trovano nei pressi di insediamenti umani, e negli ultimi decenni, dozzine di ondate (surge glaciali) hanno provocato morti e feriti. Una
Cos'è il Solstizio d'Estate
Il 21 giugno 2018, alle 12:07, ricorre il solstizio d'Estate. Ma perché questa data indica l'inizio della stagione calda nei calendari?

Non tutti sanno, forse, che l'inizio di una stagione
SpaceX: SES-10 Primo Lancio con un razzo riutilizzato

Stanotte, alle ore 00:27 italiane, il Falcon9 della SpaceX porterà in orbita il decimo satellite geostazionario per le telecomunicazione della costellazione SES.


Cos'ha
Lucy e Psyche: 2 nuove missioni NASA per lo studio degli asteroidi
Lucy e Psyche, questi i due nomi delle missioni che la NASA lancerà nel 2021 e nel 2023 per il programma Discovery. Gli obiettivi sono alcuni asteroidi
Crani delle balene come antenne
Della comunicazione delle balene sappiamo molto, ma ancora esistono molti misteri. In particolare a lungo è rimasta l’incognita del loro sistema uditivo: come fanno a sentire? Una nuova

0 pensieri riguardo “Hubble da Guinness dei Primati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: