Aurore in Gran Bretagna

Nella giornata di Domenica 6 Marzo i cieli della Scozia e del Nord dell’Inghilterra si sono colorati di verde e rosso a causa di un intenso fenomeno aurorale. Si tratta di un fenomeno piuttosto insolito, in quanto l’aurora boreale in genere non è visibile sotto i 60° di latitudine. Si consideri che il Regno Unito è interamente compreso tra i 50° e i 60° di latitudine. Non di rado capita che il fenomeno sia visibile all’estremo Nord della Scozia, ma in questo caso invece è stato visibile fino al Nord dell’Inghilterra, anche a meno di 55° dall’equatore.

Ma cosa sono queste aurore?

Di quando in quando il sole espelle dalla sua superficie parte del plasma di cui è costituito, lanciandolo sotto forma di velocissimi venti solari: particelle cariche che viaggiano a migliaia di kilometri al secondo seguendo una traiettoria spiraleggiante nello spazio interplanetario.
Può accadere che viaggiando, queste particelle si scontrino con la cosidetta fascia di Van Hallen, una regione del campo magnetico terrestre in cui le particelle restano intrappolate tramite il fenomeno della cosiddetta bottiglia magnetica. Qui il vento solare intrappolato ionizza le particelle dell’alta atmosfera terrestre dando luogo al fenomeno dell’aurora boreale.

Qui di seguito una serie di fotografie rimbalzate sui social durante l’evento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

[1] The Press and Journal, An unbelievable display of the Northern Lights last night

[2] Aurora Watch UK

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Medaglie Fields 2018, l'italiano Alessio Figalli tra i vincitori

La medaglia Fields, in onore del professor John Charles Fields, è un premio che viene assegnato ogni quattro anni in occasione del congresso internazionale
Kepler-1625b-I: la prima candidata Esoluna
La ricerca dei pianeti extrasolari è attualmente una delle maggiori sfide tecnologiche in campo astrofisico, in quanto richiedono enorme precisione della strumentazione e grande
Stephen Hawking: chi era
14 marzo 2018, muore Stephen Hawking. Astrofisico teorico, cosmologo, divulgatore e paladino per i diritti dei disabili, Hawking è stato probabilmente l'astrofisico più celebre dei nostri tempi.
1,2,3 stella: quando una supergigante scompare.
Avete capito bene, un stella scomparsa. No non è un thriller astronomico e neanche uno scherzo, si tratta di una vera e propria supergigante rossa grande 25 volte quanto
Materia Oscura: la velocità delle galassie può farne a meno
I ricercatori della Case Western Reserve University dell'Ohio hanno trovato una nuova relazione che spiega l'accelerazione delle stelle nelle galassie a spirale
La scienza dei fiocchi di neve (galleria macrofotografica)
Con l'arrivo dell'inverno arrivano anche le prime nevicate e con esse tanta geometria. Eh sì, perché se avete mai visto un fiocco di neve con una lente d'ingrandimento
L'atterraggio del primo stadio del Falcon9 - Rivoluzione nel modo di concepire le missioni spaziali.
Ripresa dal drone dell'atterraggio del primo stadio del Falcon9, sul nuovo "Landing Zone 1" a Cape Canaveral.
La SpaceX

0 pensieri riguardo “Aurore in Gran Bretagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: