Le lune bebè di Saturno

Secondo uno studio pubblicato su The Astrophysical Journal, alcune delle lune di Saturno avrebbero circa 100 milioni di anni. Si pensava che le lune avessero la stessa età del pianeta (circa 4 miliardi di anni), ma alcune simulazioni dell’andamento delle orbite hanno portato gli studiosi a ricredersi.

Dione02_Cassini_960

Le orbite infatti si modificano, allargandosi e velocizzandosi, a causa degli effetti mareali tra i moti dei satelliti ed il fluido che costituisce Saturno. Sfruttando i dati della sonda Cassini e simulazioni al computer dello sviluppo di queste orbite, gli studiosi sono riusciti a ricavare questo importante risultato: le lune principali di Saturno sono giovanissime, risalendo infatti solo a 100 milioni di anni fa.

In particolare si ritiene che Saturno avesse già un sistema di satelliti, ma che questi a causa di impatti e collisioni, si siano in parte distrutti per poi riformarsi nella conformazione che osserviamo oggi.

[1] Media Inaf, Lune di Saturno: più giovani dei dinosauri?
[2] M. Cuk et al, Dynamical evidence for a late formation of Saturn’s moons

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Il complottismo deve essere tollerato?
È da tempo ormai che lo spirito di George Orwell imperversa fra la popolazione instillando dubbi e paranoie sulla popolazione. Stiamo vivendo in un'epoca dove la scienza ufficiale
Premio Nobel per la chimica 2016
Annunciato oggi il premio Nobel per la chimica, assegnato a Sauvage, Stoddart e Feringa, per i loro studi sulle macchine molecolari. 



Jean-Pierre Sauvage, J. Fraser Stoddart e
Sentinel-5P ed i nuovi dati sull'inquinamento atmosferico
Il satellite dell'ESA Sentinel-5P, lanciato il 13 ottobre scorso, ha fornito le prime mappature dell'inquinamento atmosferico. Il satellite è in realtà ancora
L'origine del Sistema Solare
"Chi siamo?", "da dove veniamo?", "come possiamo ideare simulazioni abbastanza potenti da simulare un sistema caotico di N corpi in maniera sufficientemente dettagliata da predire la formazione
L'ultimo viaggio di Stephen Hawking
Venerdì scorso è avvenuta la cerimonia in cui sono state interrate le ceneri di Stephen Hawking presso l'Abbazia di Westminster, dove giacciono le spoglie di Newton e Darwin.
A seguito
La curva di luce di TRAPPIST-1, ovvero: come funziona il metodo dei transiti?
Esistono diversi modi per scoprire un pianeta extrasolare e determinarne le proprietà di interesse. Uno di questi, e quello per ora più fruttuoso,
I segni lasciati dall'acqua nei bacini marziani
Su Marte di acqua ce n'era molta, ed i segni della sua permanenza sono ben visibili all'interno dei bacini che la ospitavano. Il cratere di Gale è un perfetto esempio di

0 pensieri riguardo “Le lune bebè di Saturno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: