Scoperta galassia nana attorno alla Via Lattea

La famiglia della Via Lattea si allarga: arriva dal Regno Unito l’annuncio della scoperta di una galassia nana che orbita attorno alla nostra nella costellazione del Cratere.

lmc_fairbairn1024x0_q100_watermark
La Grande Nube di Magellano, è la più grande galassia satellite della Via Lattea, nonché una delle più vicine

Tolte la Grande e la Piccola Nube di Magellano, note fin dall’antichità, negli ultimi decenni sono state localizzate circa una trentina di galassie nane orbitanti attorno alla Via Lattea. L’ultimo annuncio arriva dall’Institute of Astronomy di Cambridge, da una pubblicazione a prima firma G. Torrealba.
La galassia, trovata nella costellazione del Cratere, è stata denominata Crater 2 ed identificata tramite analisi delle immagini del progetto VST ATLAS.
Il raggio di questa galassia è di circa 1100 parsec (quello della Via Lattea è di circa 33.000), e ciò le vale il titolo di quarta galassia satellite più grande ad orbitare attorno alla Via Lattea, dopo le due Nubi di Magellano e la Galassia Nana Ellittica del Sagittario.
La magnitudine assoluta* di questa galassia è di circca -8, il che la rende una delle galassie nane meno luminose.

Crater 2 si trova a 120.000 parsec da noi, apparentemente allineata con le galassie nane Leo IV, Leo V e Leo II, in un modo tale che il gruppo di astronomi ritiene non possa essere casuale, ma che dipenda da un processo evolutivo comune.

*La magnitudine assoluta è la magnitudine che un oggetto avrebbe se fosse posto ad una distanza di 10 parsec da noi, in contrapposizione alla magnitudine apparente, che è quella che possiamo osservare da Terra.

[1] Qui l’articolo originale

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Un nuovo ramo delle tauridi aumenta il pericolo di impatto sulla Terra
Lo sciame meteorico delle tauridi è generato dai residui della cometa 2P/Encke, che periodicamente lascia parte dei suoi materiali durante il passaggio
Guida ai Satelliti di Marte
Eccoci con il terzo appuntamento con le guide sui satelliti del Sistema Solare scritte dall’instancabile Alessandro Bologna, astrofilo divulgatore che si occupa della gestione della nostra
Eclissi solare USA: cos'è e come vederla in streaming
Il 21 agosto 2017 gli Stati Uniti verranno attraversati da un’eclissi totale di Sole. Sarà uno dei fenomeni astronomici più seguiti di sempre. Vediamo un po’ di cosa
NASA Space Apps Challenge: arriva l'Hackathon a Torino
48 ore ed un obiettivo: sviluppare un'app che proponga idee e soluzioni alle sfide dello Spazio e della Terra. Il 20 ed il 21 ottobre a Torino torna la NASA Space
Cos'è il meccanismo di Kozai

Le comete e molti oggetti transnettuniani hanno orbite veramente strane, decisamente diverse da quelle quasi circolari dei pianeti, pur essendosi formate a partire dalla dinamica della stessa
SpaceX: Il Falcon Heavy
Nel precedente articolo abbiamo parlato del primo lancio del Falcon9 dal Launch Complex 39A del Kennedy Space Center, da cui hanno avuto inizio le epiche missioni del programma Apollo e dello Space
Vita su Marte? No, non lo sappiamo ancora
Su Marte, la vita, c'è o c'è stata in passato? La verità è che nonostante tutto, continuiamo a non saperlo. La NASA ieri ha annunciato la scoperta di antichi depositi organici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: