Dare nomi a mondi lontani

iau1514a

NameExoWorlds è la campagna dell’International Astronomical Union (IAU) dedicata a coinvolgere il pubblico nella scelta dei nomi di 14 stelle e 31 esopianeti che vi orbitano attorno. La votazione è giunta a conclusione il 31 ottobre scorso, e l’iniziativa è stata un gran successo: sono infatti pervenuti oltre mezzo milione di voti da 182 paesi diversi.

Il pubblico ha potuto votare tra 247 nomi proposti da diverse organizzazioni da tutte le parti del mondo: gruppi di astrofili, università, scuole o planetari.

Solo uno dei nomi (quello di tau bootis) è stato rifiutato dalla IAU in quanto giudicato non conforme alle regole di nomenclatura, e in futuro verrà probabilmente organizzata una seconda sessione di contest per sceglierlo.

La IAU è l’organizzazione che, tra le altre cose, può dare i nomi ufficiali ai corpi celesti, anche se questi continueranno ad essere usati in parallelo con la nomenclatura scientifica (ad esempio la stella Vega ha nome scientifico Alpha Lyrae).

Nella seguente colonna trovate l’elenco dei nomi scelti, di cui ben quattro sono di origine italiana.

Star
Planet
14 Andromedae
14 Andromedae b
Veritate
Spe
Canada
Star
Planet
18 Delphini
18 Delphini b
Musica
Arion
Japan
Star
Planet
42 Draconis
42 Draconis b
Fafnir
Orbitar
USA
Star
Planet
Planet
47 Ursae Majoris
47 Ursae Majoris b
47 Ursae Majoris c
Chalawan
Taphao Thong
Taphao Kaew
Thailand
Star
Planet
51 Pegasi
51 Pegasi b
Helvetios
Dimidium
Switzerland
Star
Planet
Planet
Planet
Planet
Planet
55 Cancri
55 Cancri b
55 Cancri c
55 Cancri d
55 Cancri e
55 Cancri f
Copernicus
Galileo
Brahe
Lipperhey
Janssen
Harriot
The Netherlands
Planet Ain b (epsilon Tauri b) Amateru Japan
Planet Edasich b (iota Draconis b) Hypatia Spain
Star
Planet
epsilon Eridani
epsilon Eridani b
Ran
AEgir
USA
Planet Errai b (gamma Cephei b) Tadmor Syria
Planet Fomalhaut b (alpha Piscis Austrini b) Dagon USA
Star
Planet
HD 104985
HD 104985 b
Tonatiuh
Meztli
Mexico
Star
Planet
HD 149026
HD 149026 b
Ogma
Smertrios
France
Star
Planet
HD 81688
HD 81688 b
Intercrus
Arkas
Japan
Star
Planet
Planet
Planet
Planet
mu Arae
mu Arae b
mu Arae c
mu Arae d
mu Arae e
Cervantes
Quijote
Dulcinea
Rocinante
Sancho
Spain
Planet Pollux b (beta Geminorum b) Thestias Australia
Star
Planet
Planet
Planet
PSR 1257+12
PSR 1257+12 b
PSR 1257+12 c
PSR 1257+12 d
Lich
Draugr
Poltergeist
Phobetor
Italy
Star
Planet
Planet
Planet
upsilon Andromedae
upsilon Andromedae b
upsilon Andromedae c
upsilon Andromedae d
Titawin
Saffar
Samh
Majriti
Morocco
Star
Planet
xi Aquilae
xi Aquilae b
Libertas
Fortitudo
Japan

[1] IAU, Final Results of NameExoWorlds Public Vote Released

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Storia dell'acqua marziana

Su Marte c'è acqua, e molte evidenze suggeriscono che in passato ve ne fosse molta di più. Come si è formata? Dove è andata a finire? In questo articolo presentiamo lo stato dell'arte sulle
Le onde gravitazionali di LIGO mettono alla prova la Relatività Generale
Le onde gravitazionali sono l'ennesima conferma della teoria della Relatività Generale di Einstein, eppure potrebbero nascondere anche un aspetto
Hayabusa2: approfondimento sulla missione della JAXA
Hayabusa2 è l'erede della misione Hayabusa (dal giapponese, falco pellegrino). Hayabusa nel 2005 ha visitato l'asteroide (25143) Itokawa, osservandolo per circa 2 mesi
Dodekatheon: ecco la copertina in esclusiva del 4° capitolo dell'Onniologo
Come annunciato da qualche settimana sulla nostra pagina Facebook, Cronache dal Silenzio è stato scelto per ospitare il Cover Reveal del quarto
Materia Oscura: la velocità delle galassie può farne a meno
I ricercatori della Case Western Reserve University dell'Ohio hanno trovato una nuova relazione che spiega l'accelerazione delle stelle nelle galassie a spirale
Fratture di fango nel terreno marziano
Numerose fotografie inviate dal rover marziano Curiosity sembrano mostrare la presenza di mud cracks, le fratture che si generano a causa del disseccamento del fango.




Raggi Cosmici, Fulmini e Datazioni al Carbonio
Un nuovo studio dell'Università di Kyoto ha scoperto che le tempeste possono produrre gli stessi isotopi del carbonio che vengono prodotti dai raggi cosmici ed usati per

0 pensieri riguardo “Dare nomi a mondi lontani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: