1631: Il primo transito di Mercurio documentato

Il mattino del 7 novembre 1631 l’astronomo Pierre Gassendi osservò e documentò il transito di Mercurio dal suo osservatorio a Parigi. Si tratta del primo transito ad essere stato osservato nel corso della storia.

PierreGassendi
Pierre Gassendi

La strumentazione utilizzata era semplice ma funzionante. Affiacanto dal filosofo François de La Mothe Le Vayer, in una stanza buia ha proiettato l’immagine del Sole su uno schermo utilizzando un piccolo telescopio (a pochi anni prima, nel 1609, risale l’inizio delle osservazioni con telescopio da parte di Galileo) ed un cerchio graduato posto su di esso per misurare il tempo durante il moto del Sole.

Lottando con le nubi che andavano e venivano, Gassendi riuscì a determinare che si trattava di Mercurio e non di una macchia solare a causa dell’elavata velocità di spostamento.

Gassendi sapeva che sarebbe dovuto avvenire il transito su indicazione di Keplero, che affermava si sarebbe verificato tra le 13 e le 14 di pomeriggio, ma suggeriva anche che a causa dell’incertezza era meglio iniziare le osservazioni nei giorni precedenti per essere sicuri di non perderlo.

Nella seguente figura è possibile osservare il disegno originale di Gassendi che traccia le posizioni occupate da Mercurio durante il transito.

492px-Gassendi_mercurio

[1] UAI, Transito di Mercurio sul Sole 1631

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Un buco nero da record
Gli astronomi dell'Australian National University hanno trovato un buco nero incredibilmente rapido nell'aumentare le proprie dimensioni fagocitando materia, tanto da detenere il record di accrescimento
Una nuova particella per il CERN di Ginevra
Di oggi la notizia della conferma sperimentale di una nuova particella fondamentale che compone le particelle e da tempo veniva cercata dagli studiosi del campo. Si chiama Ξcc++,
La Morte di Cassini
Ci siamo quasi, si avvicina uno dei momenti più tristi del 2017. La sonda Cassini ci ha regalato tantissime fotografie e dati su Saturno, ma ormai è arrivato il momento di mandarla in pensione e perciò
Riaccesi i propulsori della Voyager 1
Lo scorso 28 Novembre 2017 un team di ingegneri è riuscito a riaccendere i propulsori della sonda Voyager 1 dopo 37 anni di inutilizzo (1980) da quando furono usati per puntare gli
Clinton vs Trump: i programmi spaziali
L'elezione del nuovo presidente statunitense è ormai estremamente vicina. Quali potrebbero essere le conseguenze di queste elezioni sui programmi spaziali della NASA e delle agenzie
Buchi Neri: le basi per capire questi straordinari mostri cosmici.
Tutti abbiamo sentito parlare più o meno approfonditamente di Buchi Neri, ma cosa sono realmente? Perché sono così interessanti e spaventosi allo stesso
Eclissi solare USA: cos'è e come vederla in streaming
Il 21 agosto 2017 gli Stati Uniti verranno attraversati da un’eclissi totale di Sole. Sarà uno dei fenomeni astronomici più seguiti di sempre. Vediamo un po’ di cosa

0 pensieri riguardo “1631: Il primo transito di Mercurio documentato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: