Sono le spade laser davvero laser?

Se pensiamo alla leggendaria saga di fantascienza di Star Wars la prima cosa che ci viene in mente sono sicuramente i cavalieri Jedi, con le loro spade laser. Vediamo come e se sarebbe realizzabile un’arma simile.

Partiamo da cosa è un laser. Un laser è uno strumento in grado di emettere luce coerente (o anche il nome dato alla luce coerente stessa). Per luce coerente si intende un’onda elettromagnetica che in tutti i punti mantiene un’ampiezza e una variazione temporale ben definita; al contrario una luce totalmente incoerente presenta variazioni casuali di queste due grandezze.

Ci sono alcune questioni problematiche rispetto alla tecnologia che permetterebbe l’esistenza di un’arma di questo tipo:

  • L’assenza di una superficie riflettente al termine del raggio laser: non c’è ragione per cui altrimenti un raggio laser si dovrebbe fermare di colpo invece che proseguire indisturbato, allontanandosi dalla sorgente, e quindi la spada laser fatta davvero di laser non avrebbe una lunghezza definita.
  • Le spade laser necessiterebbero di una grande quantità di energia per poter tagliare materiali solidi. Sorge allora il problema di compattare la sorgente di tale energia in uno strumento così piccolo.
  • I laser sarebbero silenziosi e non farebbero rumore nel momento in cui si scontrano. E ovviamente neanche si scontrerebbero veramente, ma passerebbero l’uno attraverso l’altro.

Appare chiaro che una spada laser non potrebbe essere fatta davvero di laser. Di cosa potrebbe essere fatta allora?

L’energia si potrebbe avere se la spada fosse fatta di plasma, uno stato della materia costituito da gas di particelle cariche elettricamente (ad esempio getti di plasma vengono utilizzati per tagliare materiali molto resistenti, come l’acciaio). Un gas di particelle cariche potrebbe anche avere la forma desiderata se si riuscisse ad utilizzare un campo magnetico adeguato. Tuttavia resterebbe il problema delle collisioni, che non potrebbero avvenire nel modo in cui avvengono nel film. Altra questione problematica continuerebbe ad essere l’energia richiesta da un tale strumento: si calcolano circa 14 megawatt di energia per tagliare una lastra di metallo, una quantità di energia che può alimentare migliaia di appartamenti contemporaneamente.

Insomma, se un giorno vorremo tagliare una lastra di metallo con una spada dobbiamo ancora farne di progressi tecnologici. Per ora gli aspiranti Jedi resteranno delusi!

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

[1] Don Lincoln, Is a Real Lightsaber Possible? Science Offers New Hope, Scientific American
[2] Simone Valesini, La Scienza della Spada Laser, Wired
[3] Physics and Star Wars, Wikipedia

 

Dal Giappone all'ISS: intervista a Marco Casolino, primo ricercatore all'INFN
Marco Casolino è un Fisico che opera presso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, dove è Primo Ricercatore; tiene corsi sui raggi cosmici
Quando l'allievo supera il maestro: il successo dei lander di Hayabusa2
Successo per i rover MINERVA-II1 di Hayabusa2: sganciati dalla sonda verso la superficie dell'asteroide (162173) Ryugu, sono correttamente atterrati
Crani delle balene come antenne
Della comunicazione delle balene sappiamo molto, ma ancora esistono molti misteri. In particolare a lungo è rimasta l’incognita del loro sistema uditivo: come fanno a sentire? Una nuova
Viaggio nella costellazione di Orione
Alle nostre latitutidini, la costellazione di Orione è una delle più evidenti nei cieli invernali, e nasconde alcune delle più grandi meraviglie facilmente accessibili che il cielo
Eclissi parziale di Luna - 7 Agosto 2017


 

Oggi potremmo osservare qui in Italia una eclissi di luna parziale.
L'eclissi totale di luna ha evento quando la Terra si interpone fra la Luna ed il Sole, formando
BOINC, il proprio pc al servizio della ricerca
Il Berkeley Open Infrastructure for Network Computing, per gli amici BOINC, è un software che permette di utilizzare le risorse non utilizzate del proprio computer per aiutare
A tutto plasma! - Parte I
Una delle ricerche più promettenti per lo sviluppo di nuovi sistemi di propulsione spaziale è quella riguardo i propulsori al plasma.
L'obiettivo dei propulsori al plasma è lo stesso dei propulsori

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

C'è Spazio Per Tutti, Rat-Man arriva sull'ISS - Recensione del fumetto
Paolo Nespoli è un grande astronauta italiano, attualmente per la terza volta a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Rat-Man è il simpaticissimo
La prima immagine 3D di una nube molecolare
Utilizzando il Telescopio Spaziale Herschel dell'ESA, due ricercatori hanno osservato una nube molecolare situata a 570 anni luce di distanza dalla Terra nella costellazione
L'Angolo dei Paradossi: Il dilemma del coccodrillo

Un coccodrillo aveva afferrato un bambino che stava giocando sulle rive del Nilo. La madre implorò il coccodrillo di restituirglielo. "Certo" disse il coccodrillo.
Sentinel-5P ed i nuovi dati sull'inquinamento atmosferico
Il satellite dell'ESA Sentinel-5P, lanciato il 13 ottobre scorso, ha fornito le prime mappature dell'inquinamento atmosferico. Il satellite è in realtà ancora
Plutone: ecco come si è formata la Sputnik Planitia
Uno studio pubblicato su Nature offre nuove possibilità sulla formazione della Sputnik Planitia, la grande pianura ghiacciata a forma di cuore che caratterizza una buona
Dove sono i troiani terrestri?
Conosciamo, tracciamo e cataloghiamo abitualmente migliaia di oggetti vicini alla Terra, i cosiddetti NEOs (Near-Earth Objects). Eppure nelle nostre informazioni mancano degli importanti
Eureka! Quando l'ipotesi diventa teoria
Vi sarete accorti che molto spesso i termini "teoria" e "ipotesi" vengono spesso fraintesi dai "non addetti ai lavori". Vi è ormai una confusione di massa su questi due termini,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: