#IspiratiDagliAstri: Gustav Holst – Suite dei Pianeti

Con questo articolo si inaugura la rubrica #IspiratiDagliAstri: ogni venerdì verrà pubblicata sul blog una musica, rigorosamente a tematica astronomica. Dalla musica classica allo space rock, dalle colonne sonore di film di fantascienza all’ambient, verranno condivise musiche di vario genere ispirate all’universo ed al mondo dell’astronomia.

Non si ricerca qui la giustificazione scientifica ma si vuole solo passare del tempo piacevole ascoltando la musica ed immedesimandosi nella mente dell’artista che l’ha voluta creare. Per far ciò, è consigliabile fermarsi un momento, correndo con la mente un po’ meno di quanto imponga la frenesia dei social network, ed ascoltare veramente la musica proposta, immedesimandosi nell’atmosfera che essa genera.

Gustav Holst (1874-1934) è stato un compositore inglese. La suite I Pianeti è senz’altro l’opera più nota dell’autore, ispirata perlopiù a tematiche astrologiche e teosofiche. Non si tratta certo di un’opera di rigore scientifico, ma legata perlopiù a ciò che l’idea di un pianeta trasmetteva ad Holst. Plutone non era noto a suo tempo e la Terra non è stata contata, quindi i brani dell’opera sono 7.
Molti autori di colonne sonore cinematografiche sono stati influenzati più o meno esplicitamente dai pianeti di Holst. John Williams, ad esempio, ne citò alcuni temi nella colonna sonora di Star Wars.

Siccome Plutone non era ancora stato scoperto ai tempi di Holst, non figura tra i pianeti a cui è dedicata la sinfonia (anche se come sappiamo adesso, è giusto così): nel 2000 il compositore scozzese Colin Matthews ha allora composto il suo Plutone – il Rinnovatore che completa l’opera (o meglio, l’avrebbe completata se Plutone fosse stato un pianeta).

Buon ascolto!

0:00 Marte, il portatore di guerra
7:27 Venere. il portatore di pace
14:52 Mercurio, il messaggero alato
18:39 Giove, il portatore di gioia
26:11 Saturno, il portatore di vecchiaia
35:26 Urano, il mago
41:12 Nettuno, il mistico

Se avete suggerimenti da proporre, inviateli a cronachedalsilenzio@gmail.com, oppure scriveteli tra i commenti.

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Cambiamento climatico ed attività solare: ci sono legami?
Si tratta di un tema caldo, che scalda gli animi perché spesso intrecciato con la politica, e che scalda anche l'atmosfera del pianeta su cui abitiamo. Spesso
Riaccesi i propulsori della Voyager 1
Lo scorso 28 Novembre 2017 un team di ingegneri è riuscito a riaccendere i propulsori della sonda Voyager 1 dopo 37 anni di inutilizzo (1980) da quando furono usati per puntare gli
Speciale 8 Marzo: perché la scienza ha bisogno delle donne
Su iniziativa del partito socialista americano, nel 1909 venne proposta l'istituzione di una giornata della donna con l'intento di promuovere la parità dei diritti
Urano e Nettuno, viaggi verso i due giganti ghiacciati
Cassini verso Saturno, Juno verso Giove, New Horizons verso Plutone, Hayabusa1, Hayabusa2 e OSIRIS-REx verso asteroidi vicini, Rosetta verso la cometa 67P/ Churyumov-Gerasimenko,
La Morte di Cassini
Ci siamo quasi, si avvicina uno dei momenti più tristi del 2017. La sonda Cassini ci ha regalato tantissime fotografie e dati su Saturno, ma ormai è arrivato il momento di mandarla in pensione e perciò
Nikola Tesla: 161 anni dalla nascita

Oggi nel lontano 1856 nasceva Nikola Tesla nella cittadina serba di Smiljan, ricordato come l'inventore del ventesimo secolo.
Eclettico, Tesla ha vissuto una vita travagliata, ricordiamo
Cos'è l'equinozio di Primavera
Oggi, 20 marzo 2018 alle 17:15, ricorre l'equinozio di Primavera. Ma perché esiste una data precisa che indica la variazione di stagione?
Non tutti sanno, forse, che l’inizio di una stagione

3 pensieri riguardo “#IspiratiDagliAstri: Gustav Holst – Suite dei Pianeti

  • maggio 13, 2016 in 11:54 am
    Permalink

    Colin Matthews ha anche scritto un pezzo aggiuntivo (Plutone, che non era ancora stato scoperto quando Holst scrisse la suite) – ma poi l’Unione Astronomica Internazionale gli ha fatto lo sgambetto declassando il povero Plutone a pianeta nano… XD

    A casa ho un’incisione in cui è presente anche il pezzo di Matthews: ci stava pure bene…

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: