#IspiratiDagliAstri: Genesis – Watcher of the Skies

Nono appuntamento con la rubrica #IspiratiDagliAstri: ogni venerdì verrà pubblicata sul blog una musica, a tematica astronomica o semplicemente che riporta ad un’atmosfera cosmica. Dalla musica classica allo space rock, dalle colonne sonore di film di fantascienza all’ambient, verranno condivise musiche di vario genere ispirate all’universo ed al mondo dell’astronomia.

Questa settimana ascoltiamo Watcher of the Skies, dei Genesis. Il brano è ispirato a Childhood’s End, romanzo di fantascienza di Arthur C. Clarke e parla di un alieno che osserva la Terra rimasta deserta dopo l’autodistruzione della specie umana.

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

10 falsi miti sull'allunaggio
Fin dagli anni '70, le tesi sul complotto dell'allunaggio hanno sempre perseguitato questo evento storico. In questo articolo cerchiamo di fare un po' di debunking sui 10 principali miti
Cos'è il Solstizio d'Inverno
Il 21 dicembre 2017, alle 16:28, ricorre il solstizio d'inverno. Ma perché questa data indica l'inizio della stagione fredda nei calendari?

Non tutti sanno, forse, che l'inizio di una stagione
Water Harvesting: una soluzione futuristica per la mancanza d’acqua?
Circa 4 miliardi di persone sulla terra hanno accesso limitato all’acqua e oltre 1.7 milioni persone all’anno muoiono per carenza di acqua o per la
ExoMars, l'Europa arriva su Marte
Il Trace Gas Orbiter ed il modulo Schiaparelli il 19 ottobre giungeranno sul Pianeta Rosso.
Le due sonde erano decollate insieme il 14 marzo scorso per la prima parte della missione
Studiare i dintorni di un buco nero con Event Horizon Telescope

Cosa succede vicino a un buco nero? Event Horizon Telescope (EHT) è una collaborazione internazionale che si sta occupando di risolvere questo enigma mediante
Onde Gravitazionali: la scoperta del secolo, dopo un secolo
Siamo nel 1916. Albert Einstein formula la sua teoria più rinomata: la Relatività Generale. Tra le altre cose, che hanno rivoluzionato la fisica e la nostra
Fratture di fango nel terreno marziano
Numerose fotografie inviate dal rover marziano Curiosity sembrano mostrare la presenza di mud cracks, le fratture che si generano a causa del disseccamento del fango.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: