Le dune scure di Marte fotografate dall’MRO

http://photojournal.jpl.nasa.gov/figures/PIA12289_fig1.jpg

http://photojournal.jpl.nasa.gov/jpegMod/PIA12289_modest.jpg

Le macchie scure visibili nelle fotografie sono delle tipiche dune di sabbia marziana. La maggior parte della sabbia sulla Terra è composta del minerale noto come quarzo, tendenzialmente bianco e luminoso; su Marte, tuttavia, la maggior parte della sabbia è costituita di scuro basalto, una roccia vulcanica, e per questo risultano molto più scure delle dune terrestri.

Queste fotografie sono state scattate dal Mars Reconnaissance Orbiter nel cratere di Wirtz e per la loro forma sono classificate come barcane. Il pendìo più ripido è situato sulla destra della fotografia (a Est), parzialmente in ombra, e rappresenta la direzione in cui la duna sta migrando, trasportata granulo a granulo dalla forza del vento.

Sulla maggior parte della superficie delle dune sono inoltre visibili ripples, concettualmente simili alle dune, ma molto più piccoli e più rapidi nelle migrazioni e negli spostamenti. Le striature scure sulle dune sono le impronte lasciate dai diavoli di polvere, piccoli vortici tipici di ambienti desertici, che rimuovendo lo strato di polvere adagiato sulla duna espongono all’esterno il substrato più scuro della duna.

Fonte: http://photojournal.jpl.nasa.gov/catalog/PIA12289

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *