La radiogalassia Centaurus A

La radiogalassia Centaurus A è una delle radiosorgenti extragalattiche più vicine a noi. In questa immagine composita, l’arancione rappresenta l’emissione radio dei lobi e  il blu l’emissione X, mentre l’emissione delle stelle e della polvere sono rappresentate nei colori naturali. La coltre di polveri in primo piano che rende la morfologia della galassia così peculiare si può spiegare se si ipotizza che Centaurus A sia il prodotto di una fusione recente tra due galassie più piccole. Osservate i due lobi radio: essi sono associati alla presenza di un Nucleo Galattico Attivo, cioè di un buco nero supermassivo su cui viene accresciuta materia, la quale viene direzionata nei lobi a causa di meccanismi ancora non del tutto compresi che si originano dal disco di accrescimento intorno al buco nero. La forte emissione nel radio è dovuta alla presenza di intensi campi magnetici nel plasma di cui sono composti i lobi: questo tipo di emissione è nota come radiazione di sincrotrone.

[Lorenzo]

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

L'astuto Hans - il cavallo che sapeva contare
C'è stato un tempo in cui abbiamo creduto che la comunicazione fra uomo e animale potesse avvenire veramente. Di che tempo stiamo parlando?
Nella Berlino del 1904 viveva
Due galassie interagenti per Hubble


Alcune galassie sono più difficili da classificare rispetto ad altre. Qui, la fotocamera del telescopio spaziale Hubble WFC3 ha scattatato un'incredibile fotografia di due galassie
Tre sonde nell'aurora

Il 2 marzo 2017 tre missili NASA sono stati lanciati in Alaska durante una spettacolare aurora boreale per lo studio delle interazioni del vento solare con l'alta atmosfera e ionosfera terrestre.
I
Un buco nero da record
Gli astronomi dell'Australian National University hanno trovato un buco nero incredibilmente rapido nell'aumentare le proprie dimensioni fagocitando materia, tanto da detenere il record di accrescimento
Yusaki Maezawa, il progetto #dearMoon ed il BFR
Lunedì 17 Settembre 2018 alle 6.00 pm EST (3.00 am del 18 Settembre 2018 CET) c'è stata la conferenza stampa presso il quartier generale della SpaceX in California ed è
OSIRIS-REx fotografa Giove e le sue lune

La PolyCam imager a bordo della sonda NASA OSIRIS-REx ha scattato questa fotografia alle 3:34 a.m. del 12 febbraio, che ritrae Giove e 3 dei 4 satelliti medicei: Callisto, Io
Il quinto stato della materia
Questo grafico rappresenta la variazione di densità di una nuvola di atomi che viene raffreddata (andando da sinistra verso destra) fino a temperature prossime allo zero assoluto. Possiamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: