La Morte di Cassini

Ci siamo quasi, si avvicina uno dei momenti più tristi del 2017. La sonda Cassini ci ha regalato tantissime fotografie e dati su Saturno, ma ormai è arrivato il momento di mandarla in pensione e perciò dopo le ultime manovre si immergerà nell’atmosfera del pianeta, il 15 settembre 2017.

 

Cassini è stata lanciata da Cape Canaveral nel 1997 e nel 2004 ha raggiunto il Signore degli Anelli, osservandolo in lungo ed in largo. Ci ha donato moltissime immagini affascinanti e suggestive del pianeta, analizzandone gli anelli, l’atmosfera, i satelliti. Dopo circa 20 anni nello spazio è giunta alla sua fine, come per ogni lavoratore arriva il momento della pensione.

La fase finale, detta Grand Finale, è iniziata ad aprile 2017, una serie di 22 passaggi ravvicinati settimanali compiuti tra gli anelli di Saturno ed il corpo del pianeta. Il 15 settembre si immergerà verso il cuore del pianeta, fornendo importantissimi dati sull’alta atmosfera del pianeta gigante. Dopo aver perso il contatto con la Terra, la sonda si disintegrerà nell’atmosfera a causa dell’aumento del rapido aumento di pressione che subirà addentrandosi tra le nubi.

 

Dai dati alla musica: vento solare e stelle di neutroni
Quante volte vi è capitato di incappare in video come "i suoni dei pianeti", o "il suono degli anelli di Saturno"? Dei suoni intriganti, affascinanti e misteriosi.
Cassini invia nuove incredibili foto degli anelli di Saturno
Le ultimissime fotografie pubblicate dal team della missione Cassini della NASA mostrano gli anelli di Saturno ad un livello di dettaglio mai visto prima.





Plutone: ecco come si è formata la Sputnik Planitia
Uno studio pubblicato su Nature offre nuove possibilità sulla formazione della Sputnik Planitia, la grande pianura ghiacciata a forma di cuore che caratterizza una buona
Un nuovo ramo delle tauridi aumenta il pericolo di impatto sulla Terra
Lo sciame meteorico delle tauridi è generato dai residui della cometa 2P/Encke, che periodicamente lascia parte dei suoi materiali durante il passaggio
L'ombra nei crateri di Cerere


Ecco come l'illuminazione dell'emisfero nord di Cerere varia con la variazione dell'inclinazione dell'asse di rotazione, rispettivamente 2°, 12° e 20° nei tre fotogrammi della GIF, dove
Prima nana bruna scoperta grazie a Backyard Worlds: Planet 9
Backyard Worlds: Planet 9 è il progetto citizen science del sito Zooniverse finanziato dalla NASA volto alla ricerca di nane brune e nono pianeta del Sistema
Le dune scure di Marte fotografate dall'MRO


Le macchie scure visibili nelle fotografie sono delle tipiche dune di sabbia marziana. La maggior parte della sabbia sulla Terra è composta del minerale noto come quarzo,

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *