2061: Il Ritorno della Cometa – Recensione del Libro

Un nonno racconta al nipotino una storia. È la sua storia e quella dell’Italia e del mondo, così come l’ha vissuta e come la ricorda. È il passaggio di testimone tra due generazioni, accomunate da antenati e pronipoti, aspettando il ritorno della cometa di Halley. I passaggi noti della cometa hanno scandito lo sviluppo della civiltà umana negli ultimi 23 secoli. È un racconto per parenti ed amici che vogliono conoscerlo meglio, e per estranei curiosi di rivivere la vita di un sessantenne nato durante il boom demografico. In fondo “questa famiglia” è una delle miriadi di famiglie che abitano il pianeta. Ma come ormai sappiamo, tutti noi abbiamo un parente in comune, una donna africana vissuta circa 150.000 anni fa. A lei è dedicato questo libro, a questa Eva mitocondriale, la madre di tutti noi.

2061: il Ritorno della Cometa non è un libro di astronomia, ma l’astronomia è sempre presente. Si tratta, come spiegato dalla quarta di copertina riportata qui sopra, di un’autobiografia che un nonno (l’autore) racconta al proprio nipotino appena nato. Alberto Amitrani racconta la propria vita con grande cura per i dettagli, per le emozioni provate e per l’evoluzione del contesto storico in cui è vissuto. Si potrebbe pensare che la nascita del nipotino sia solo una cornice per avere un pretesto per scrivere un libro sulla storia degli ultimi 60 anni, ma non è così! La bellezza di questo libro sta proprio nella sua spontaneità e genuinità: Amitrani vuole davvero raccontare la sua biografia a suo nipote e permettergli di comprendere meglio il contesto storico in cui è nato e la storia della famiglia da cui proviene. Si percepisce che l’intenzione sia questa e nessun’altra, nessun doppio fine, solo un genuino affetto di nonno nei confronti di suo nipote.

Ma allora, perché questo libro viene recensito su un sito che tratta di astronomia?

Perché appunto, l’astronomia è sempre presente. Il libro è suddiviso negli anni di vita dell’autore ed all’inizio di ogni capitolo si trova uno scorcio storico su un evento che per l’autore è stato significativo in quell’anno. L’esplorazione umana dello spazio e le grandi scoperte astronomiche degli ultimi decenni non hanno pari nella storia dell’umanità, ed Amitrani questo lo sa bene, tanto che la maggior parte degli scorci storici di inizio capitolo hanno come tema proprio l’astronomia, l’astronautica, e lo sviluppo delle scienze. Non è un caso che la Cometa di Halley sia finita proprio nel titolo di questo libro: essa infatti è vista come elemento chiave del transito tra una generazione all’altra, dal nonno al nipote, in quanto il suo passaggio è un meraviglioso evento astronomico a cui ognuno di noi difficilmente può assistere due volte nella vita.

 

Per acquistare il libro cliccate qui.

 

Una curiosità: Alberto Amitrani è il padre di Michele Amitrani, autore di fantascienza di cui lo scorso aprile abbiamo ospitato il cover reveal del quarto capitolo della sua saga di romanzi. Lo trovate qui.

 

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

ʻOumuamua, l'ospite inatteso del Sistema Solare
Tra asteroidi e comete, si contano circa 750.000 corpi minori nel nostro Sistema Solare. Di questi, qualcuno potrebbe essersi formato in altri sistemi stellari, venendo
Un nuovo ramo delle tauridi aumenta il pericolo di impatto sulla Terra
Lo sciame meteorico delle tauridi è generato dai residui della cometa 2P/Encke, che periodicamente lascia parte dei suoi materiali durante il passaggio
Analisi dei dati topologica: un ponte tra la geometria e l'analisi dei dati
Oggi parliamo di un nuovo approccio geometrico all'analisi dei dati: l'analisi dei dati topologica.

L'intuizione al centro dell'analisi dei
Guida ai più grandi satelliti di Giove
Eccoci con il secondo appuntamento con le guide sui satelliti del Sistema Solare scritte dall'instancabile Alessandro Bologna, astrofilo divulgatore che si occupa della gestione della
Venere: siamo pronti per tornarci
Per quanto riguarda le missioni della NASA, Venere è uno dei più trascurati dei nostri vicini, nonostante la vicinanza sia fisica che evolutiva fa sì che avrebbe molto da dirci anche
Tuoni e fulmini
Vi siete mai chiesti che cosa sono i fulmini? Spesso molti fenomeni che ci circondano sono talmente comuni che ci dimentichiamo di chiederci cosa li scateni, eppure conoscerne l'origine ci permette di
SN 1987a, 30 anni dopo
Era il 24 febbraio del 1987 quando venne riportata la scoperta di un oggetto molto luminoso nella Grande Nube di Magellano (una galassia molto vicina alla nostra), il quale doveva aver aumentato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: