5 curiosità su Isaac Newton

Ormai è diventato un’icona della scienza, dopo essere stato un matematico, fisico, filosofo naturale, astronomo, teologo e alchimista inglese, Isaac Newton è celebrato come il più grande scienziato di tutti i tempi.
Anche la sua presidenza alla Royal Society (la più antica associazione scientifica mai esistita) ha contribuito a renderlo un uomo di scienza rispettato da tutti, in tutte le epoche.

Oltre alla sua vita e alle sue opere, ricordiamo tutti la famosa leggenda che raccontò Voltaire, la mela che cadde sulla testa di Newton e che diede inizio al concepimento del concetto di gravità. Ma questa non è l’unica curiosità. Cosa possiamo raccontare ancora?
Eccovi 5 curiosità su Newton:

  • Carl Friedrich Gauss (matematico, astronomo e fisico tedesco) riservò solo a Newton, tra i matematici che lo avevano preceduto, il titolo di summus (sommo – matematico di alto grado):
  • L’epitaffio sul sepolcro di Newton recita queste parole “Let mortals rejoice that such and so great at ornament to human kind has been” (Possano i mortali gioire del fatto che un così grande ornamento dell’umanità è esistito);
  • Oltre ad essere un tipo estremamente distratto, Newton era anche un tipo molto solitario e si curava poco degli avvenimenti che accadevano intorno a lui. Quando si ritrovava assorto nelle sue riflessioni matematiche era capace di estraniarsi da tutto, anche dai suoi bisogni, tanto che saltando i pasti fece ingrassare il suo gatto, mentre lui si ammalò.
  • Nessuna donna venne mai corteggiata dallo scienziato, se non quella fortunatissima e bellissima nipote Catherine Conduitt. Voltaire ironicamente disse che gran parte della popolarità di Newton era dovuto alla bellezza di sua nipote.
  • Il suo carattere suscettibile lo portava ad avere aspre dispute, con toni arroganti. Famosa infatti la disputa con Leibniz.L’oggetto del contendere era la paternità del calcolo differenziale, la cui origine poteva essere fatta risalire sia al metodo delle differenze di Leibniz, sia al metodo delle flussioni di Newton.

Ed eccovi una curiosità bonus:
Pare che il gatto di Newton, fosse un tantinoirrequieto” quando lo scienziato si trovava all’opera nel suo laboratorio, tanto che lo indusse a creare il primo prototipo di gattaiola (porta per gatti,piccola apertura posta sul fondo dei portoni, in particolar modo di quelli in legno delle antiche cantine, che permette il libero passaggio dei felini domestici).

 

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Storia universale della natura e teoria del cielo
Immanuel Kant aveva ventisette anni  quando lesse una recensione del libro "An original Theory of the universe" dell'inglese Richard Wright. Era il 1751 e il giovane Kant,
L'astuto Hans - il cavallo che sapeva contare
C'è stato un tempo in cui abbiamo creduto che la comunicazione fra uomo e animale potesse avvenire veramente. Di che tempo stiamo parlando?
Nella Berlino del 1904 viveva
Tiangong-1: chi rompe paga? Le politiche internazionali sui danni spaziali
Ce lo stiamo chiedendo in molti: se la Tiangong-1 dovesse cadere in un centro abitato, chi risarcirà i danni? Esistono degli accordi internazionali
Il cratere dell'eclissi
Lunedì 21 gennaio 2019 la Luna si è tinta di rosso a causa dell'ostruzione dei raggi solari da parte della Terra. Durante l'eclissi totale molti fotografi si sono potuti stupire nel notare un piccolo
Un anello circumsolare per Mercurio
Anche Mercurio condivide la sua orbita con un denso anello di polveri. Una scoperta fortuita che fornisce indizi molto preziosi per la formazione planetaria e per l'analisi della radiazione
Una nuova particella per il CERN di Ginevra
Di oggi la notizia della conferma sperimentale di una nuova particella fondamentale che compone le particelle e da tempo veniva cercata dagli studiosi del campo. Si chiama Ξcc++,
Riaccesi i propulsori della Voyager 1
Lo scorso 28 Novembre 2017 un team di ingegneri è riuscito a riaccendere i propulsori della sonda Voyager 1 dopo 37 anni di inutilizzo (1980) da quando furono usati per puntare gli

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Cos'è l'equinozio d'Autunno
Oggi, 23 settembre 2017 alle 03:54, ricorre l’equinozio d'autunno. Ma perché esiste una data precisa che indica la variazione di stagione?
Non tutti sanno, forse, che l’inizio di una stagione
Hayabusa2: approfondimento sulla missione della JAXA
Hayabusa2 è l'erede della misione Hayabusa (dal giapponese, falco pellegrino). Hayabusa nel 2005 ha visitato l'asteroide (25143) Itokawa, osservandolo per circa 2 mesi
Uno per 14 e 14 per uno: osservato il megamerging di 14 galassie
Usando il Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA), un gruppo internazionale di astronomi è riuscito ad osservare l'incipit di un enorme scontro
Cos'è il Solstizio d'Inverno
Il 21 dicembre 2018, alle 22:22, ricorre il solstizio d'inverno. Ma perché questa data indica l'inizio della stagione fredda nei calendari?

Non tutti sanno, forse, che l'inizio di una stagione
Prima nana bruna scoperta grazie a Backyard Worlds: Planet 9
Backyard Worlds: Planet 9 è il progetto citizen science del sito Zooniverse finanziato dalla NASA volto alla ricerca di nane brune e nono pianeta del Sistema
Video a confronto che mostrano il vuoto tra Saturno e gli Anelli
Di recente la sonda Cassini ha iniziato la fase della missione denominata come Grand Finale, 22 orbite strette attorno a Saturno che porteranno alla distruzione
La lotta tra l'uomo ed il bradipo, immortalata nelle impronte fossili
Tra i 10.000 ed i 15.000 anni fa, un bradipo terricolo gigante (un grosso animale ormai estinto) camminava tranquillo nel White Sands National Monument,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: