5 curiosità su Isaac Newton

Ormai è diventato un’icona della scienza, dopo essere stato un matematico, fisico, filosofo naturale, astronomo, teologo e alchimista inglese, Isaac Newton è celebrato come il più grande scienziato di tutti i tempi.
Anche la sua presidenza alla Royal Society (la più antica associazione scientifica mai esistita) ha contribuito a renderlo un uomo di scienza rispettato da tutti, in tutte le epoche.

Oltre alla sua vita e alle sue opere, ricordiamo tutti la famosa leggenda che raccontò Voltaire, la mela che cadde sulla testa di Newton e che diede inizio al concepimento del concetto di gravità. Ma questa non è l’unica curiosità. Cosa possiamo raccontare ancora?
Eccovi 5 curiosità su Newton:

  • Carl Friedrich Gauss (matematico, astronomo e fisico tedesco) riservò solo a Newton, tra i matematici che lo avevano preceduto, il titolo di summus (sommo – matematico di alto grado):
  • L’epitaffio sul sepolcro di Newton recita queste parole “Let mortals rejoice that such and so great at ornament to human kind has been” (Possano i mortali gioire del fatto che un così grande ornamento dell’umanità è esistito);
  • Oltre ad essere un tipo estremamente distratto, Newton era anche un tipo molto solitario e si curava poco degli avvenimenti che accadevano intorno a lui. Quando si ritrovava assorto nelle sue riflessioni matematiche era capace di estraniarsi da tutto, anche dai suoi bisogni, tanto che saltando i pasti fece ingrassare il suo gatto, mentre lui si ammalò.
  • Nessuna donna venne mai corteggiata dallo scienziato, se non quella fortunatissima e bellissima nipote Catherine Conduitt. Voltaire ironicamente disse che gran parte della popolarità di Newton era dovuto alla bellezza di sua nipote.
  • Il suo carattere suscettibile lo portava ad avere aspre dispute, con toni arroganti. Famosa infatti la disputa con Leibniz.L’oggetto del contendere era la paternità del calcolo differenziale, la cui origine poteva essere fatta risalire sia al metodo delle differenze di Leibniz, sia al metodo delle flussioni di Newton.

Ed eccovi una curiosità bonus:
Pare che il gatto di Newton, fosse un tantinoirrequieto” quando lo scienziato si trovava all’opera nel suo laboratorio, tanto che lo indusse a creare il primo prototipo di gattaiola (porta per gatti,piccola apertura posta sul fondo dei portoni, in particolar modo di quelli in legno delle antiche cantine, che permette il libero passaggio dei felini domestici).

 

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

L'ABC della Relatività Generale: le basi, i buchi neri, le onde gravitazionali
La Relatività Generale, una delle opere d'arte della scienza del XX secolo, nonché una delle teorie più temute da chi non la conosce: è davvero
LED come lucciole? I LEC
Realizzati dai ricercatori delle Università svedesi di Umeå e Linköping coordinati da Ludvig Edman, i LEC sono un dispositivo a stato solido in grado di emettere luce.
LEC è l'acronimo di "Light-emitting
Tuoni e fulmini
Vi siete mai chiesti che cosa sono i fulmini? Spesso molti fenomeni che ci circondano sono talmente comuni che ci dimentichiamo di chiederci cosa li scateni, eppure conoscerne l'origine ci permette di
La lotta tra l'uomo ed il bradipo, immortalata nelle impronte fossili
Tra i 10.000 ed i 15.000 anni fa, un bradipo terricolo gigante (un grosso animale ormai estinto) camminava tranquillo nel White Sands National Monument,
Trump ci riporterà sulla Luna?
Donald Trump, il presidente degli Stati Uniti, l'11 dicembre ha firmato una direttiva che richiede alla NASA di tornare sulla Luna. L'ordinanza presidenziale è stata effettuata senza indicazioni
Dai dati alla musica: vento solare e stelle di neutroni
Quante volte vi è capitato di incappare in video come "i suoni dei pianeti", o "il suono degli anelli di Saturno"? Dei suoni intriganti, affascinanti e misteriosi.
Il Nucleo Galattico Attivo di NGC 1448

NGC 1448 è una galassia dotata di un nucleo galattico attivo, ossia in cui il nucleo è la principale fonte di energia delle emissioni galattiche.
La galassia contiene un esempio

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Viaggio nella costellazione di Orione
Alle nostre latitutidini, la costellazione di Orione è una delle più evidenti nei cieli invernali, e nasconde alcune delle più grandi meraviglie facilmente accessibili che il cielo
Il premio Abel 2018: Robert Langlands
Il premio Abel viene assegnato annualmente dal Regno di Norvegia ad uno o più matematici che si sono distinti in maniera considerevole nel loro campo.
È stato istituito nel bicentenario
Analisi dei dati topologica: un ponte tra la geometria e l'analisi dei dati
Oggi parliamo di un nuovo approccio geometrico all'analisi dei dati: l'analisi dei dati topologica.

L'intuizione al centro dell'analisi dei
N6946-BH1: storia di una supernova fallita
Dagli attuali modelli stellari risulta che le supernovae che osserviamo sono meno del previsto. Un nuovo studio, effettuato tramite Lbt, Hubble e Spitzer, potrebbe risolvere
Sentinel-5P ed i nuovi dati sull'inquinamento atmosferico
Il satellite dell'ESA Sentinel-5P, lanciato il 13 ottobre scorso, ha fornito le prime mappature dell'inquinamento atmosferico. Il satellite è in realtà ancora
Cos'è l'equinozio di Primavera
Oggi, 20 marzo 2018 alle 17:15, ricorre l'equinozio di Primavera. Ma perché esiste una data precisa che indica la variazione di stagione?
Non tutti sanno, forse, che l’inizio di una stagione
Alla ricerca di meteoriti – come trovarle e riconoscerle
Ospitiamo come ormai da consuetudine per l'Asteroid Day, un contributo di Nicola Mari, geologo planetario a Glasgow che si occupa anche di divulgazione scientifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: