L’ultimo viaggio di Stephen Hawking

Venerdì scorso è avvenuta la cerimonia in cui sono state interrate le ceneri di Stephen Hawking presso l’Abbazia di Westminster, dove giacciono le spoglie di Newton e Darwin.
A seguito della cerimonia è stata trasmessa dalla grande radio-antenna dell’ESA presso Cebresos (Spagna) verso 1A 0620-00 la traccia che l’artista greco Vangelis, famoso per le sue colonne sonore, ha composto in tributo a Stephen Hawking, che contiene parte del discorso che Hawking tenne presso l’incontro annuale del Forum Economico Globale a New York nel 2015 sul tema “sviluppo sostenibile: una visione per il futuro”.

la radio-antenna usata per la trasmissione. Fonte: ESA
1A 0620-00, è il buco nero più vicino che dista soli 3457 anni luce presso la costellazione dell’Unicorno.

Il discorso che tenne il Professor Hawking:

I am very aware of the preciousness of time. Seize the moment. Act now.

I have spent my life traveling across the universe inside my mind. Through Theoretical Physics I have sought to answer some of the great questions. But there are other challenges, other big questions which must be answered and these will also need a new generation who are interested, engaged, and with an understanding of science.

How will we feed an ever growing population, provide clean water, generate renewable energy, prevent and cure disease, and slow down global climate change?

I hope that science and technology will provide the answers to these questions. But it will take people, human beings with knowledge and understanding to implement these solutions.

One of the great revelations of the Space Age has been the perspective it has given humanity on ourselves. When we see the earth from space, we see ourselves as a whole. We see the unity and not the divisions. It is such a simple image with a compelling message. One planet. One human race.

We are here together and we need to live together with tolerance and respect. We must become Global Citizens.

I have been enormously privileged through my work to be able to contribute to our understanding of the universe but it would be an empty universe indeed if it were not for the people I love and who love me.

We are all time travelers, journeying together into the future. But let us work together to make that future a place we want to visit.

Be brave, be determined, overcome the odds. It can be done.

Traduzione:

Sono molto consapevole del valore del tempo. Cogli l’attimo. Agisci adesso.

Ho trascorso la mia vita viaggiando attraverso l’universo nella mia mente. Attraverso la Fisica Teorica ho cercato di rispondere ad alcune delle grandi domande. Ma ci sono altre sfide, altre grandi domande a cui è necessario rispondere e queste avranno bisogno anche di una nuova generazione che sia interessata, impegnata e con una comprensione della scienza.

Come nutriremo una popolazione in continua crescita, forniremo acqua pulita, genereremo energie rinnovabili, preveniremo e cureremo le malattie e rallenteremo i cambiamenti climatici globali?

Spero che la scienza e la tecnologia forniscano le risposte a queste domande. Ma ci vorranno persone, esseri umani con conoscenza e comprensione per implementare queste soluzioni.

Una delle grandi rivelazioni dell’Era Spaziale è stata la prospettiva che ha dato all’umanità su noi stessi. Quando vediamo la terra dallo spazio, ci vediamo come un tutt’uno. Vediamo l’unità e non le divisioni. È un’immagine così semplice con un messaggio avvincente. Un pianeta Una razza umana.

Siamo qui insieme e abbiamo bisogno di vivere insieme con tolleranza e rispetto. Dobbiamo diventare cittadini globali.

Sono stato enormemente privilegiato attraverso il mio lavoro per essere in grado di contribuire alla nostra comprensione dell’universo, ma sarebbe davvero un universo vuoto se non fosse per le persone che amo e che mi amano.

Siamo tutti viaggiatori del tempo, viaggiando insieme nel futuro. Ma lavoriamo insieme per rendere quel futuro un luogo che vogliamo visitare.

Sii coraggioso, sii determinato, supera le avversità. Si può fare.

In copertina: Lapide Memoriale di S.H. presso l’Abbazia di Westminster. Fonte

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Muore Alan Bean, il 4° uomo sulla Luna
26 maggio 2018,  Houston: all'età di 86 anni muore Alan Bean, il quarto astronauta ad aver camminato sulla Luna.
Bean ha viaggiato due volte nello spazio per un totale di 69 giorni.
A caccia di Asteroidi!
Le missioni spaziali non hanno come unico obiettivo i corpi celesti di grandi dimensioni, come i pianeti del nostro sistema solare e le loro lune, ma anche i corpi celesti più piccoli: gli asteroidi.

Vediamo
Viaggio nella costellazione di Orione
Alle nostre latitutidini, la costellazione di Orione è una delle più evidenti nei cieli invernali, e nasconde alcune delle più grandi meraviglie facilmente accessibili che il cielo
Sono le spade laser davvero laser?
Se pensiamo alla leggendaria saga di fantascienza di Star Wars la prima cosa che ci viene in mente sono sicuramente i cavalieri Jedi, con le loro spade laser. Vediamo come e se sarebbe
Prima immagine della nascita di un pianeta
Per la prima volta, un team di astronomi è riuscito ad osservare direttamente un pianeta in formazione attorno ad una stella, confermando anche i modelli di formazione stellare
Al via la nuova stagione di Superquark
Da mercoledì 4 luglio 2018 in prima serata su Rai Uno torna Superquark, la migliore trasmissione di divulgazione scientifica della televisione italiana. 
Un po’ tutti gli italiani
Il piano della Space X per andare su Marte
Tra entusiasmo  e scetticismo, Elon Musk in una conferenza ha ribadito il suo progetto di colonizzare Marte nei prossimi anni. Questa volta sembra fare sul serio e presenta i

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: