Europa

Quella che vedete in foto è Europa, uno dei quattro satelliti di Giove visibili da Terra. I colori sono stati risistemati rendendoli più simili a come li vedrebbe l’occhio umano, ma la foto è quella della sonda Galileo alla fine degli anni 90.
Evidente è la varietà geologica della superficie di Europa. Abbiamo spaccature lineari e creste che si incrociano sulla superficie, interrotte da regioni in cui la crosta di ghiaccio superficiale ha rotto e poi ricongelato il terreno, dandogli nuove forme.

Le variazioni di colore della superficie sono associate a differenti fenomeni geologici. Ad esempio, le aree che appaiono blu o bianche contengono ghiaccio d’acqua relativamente puro, mentre quelle rossastre o marroni includono maggiori concentrazioni di componenti diversi. Le regioni polari, visibili a destra e sinistra da questa prospettiva, sono notevolmente più blu delle regioni equatoriali, che sono più bianche. Si pensa che questa variazione di colore sia dovuta a differenze nelle dimensioni dei grani di ghiaccio nelle due regioni.

Fonte: NASA JPL, Caltech SETI Institute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *