Scoperta galassia nana attorno alla Via Lattea

La famiglia della Via Lattea si allarga: arriva dal Regno Unito l’annuncio della scoperta di una galassia nana che orbita attorno alla nostra nella costellazione del Cratere.

lmc_fairbairn1024x0_q100_watermark
La Grande Nube di Magellano, è la più grande galassia satellite della Via Lattea, nonché una delle più vicine

Tolte la Grande e la Piccola Nube di Magellano, note fin dall’antichità, negli ultimi decenni sono state localizzate circa una trentina di galassie nane orbitanti attorno alla Via Lattea. L’ultimo annuncio arriva dall’Institute of Astronomy di Cambridge, da una pubblicazione a prima firma G. Torrealba.
La galassia, trovata nella costellazione del Cratere, è stata denominata Crater 2 ed identificata tramite analisi delle immagini del progetto VST ATLAS.
Il raggio di questa galassia è di circa 1100 parsec (quello della Via Lattea è di circa 33.000), e ciò le vale il titolo di quarta galassia satellite più grande ad orbitare attorno alla Via Lattea, dopo le due Nubi di Magellano e la Galassia Nana Ellittica del Sagittario.
La magnitudine assoluta* di questa galassia è di circca -8, il che la rende una delle galassie nane meno luminose.

Crater 2 si trova a 120.000 parsec da noi, apparentemente allineata con le galassie nane Leo IV, Leo V e Leo II, in un modo tale che il gruppo di astronomi ritiene non possa essere casuale, ma che dipenda da un processo evolutivo comune.

*La magnitudine assoluta è la magnitudine che un oggetto avrebbe se fosse posto ad una distanza di 10 parsec da noi, in contrapposizione alla magnitudine apparente, che è quella che possiamo osservare da Terra.

[1] Qui l’articolo originale

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Quando i marziani si innamorano della sonda
Prima è apparso come se Marte volesse congratularsi con la sonda Mars Global Surveyor (MGS) con un volto sorridente, ora sembra che il pianeta stia dimostrando il proprio amore
Storia dell'Esplorazione di Marte
Marte, il Pianeta Rosso, da sempre ha affascinato gli uomini, che con il tempo hanno imparato ad amarlo e conoscerlo sempre più a fondo. Sebbene molte osservazioni del pianeta furono
Guida ai più grandi satelliti di Giove
Eccoci con il secondo appuntamento con le guide sui satelliti del Sistema Solare scritte dall'instancabile Alessandro Bologna, astrofilo divulgatore che si occupa della gestione della
L'atterraggio del primo stadio del Falcon9 - Rivoluzione nel modo di concepire le missioni spaziali.
Ripresa dal drone dell'atterraggio del primo stadio del Falcon9, sul nuovo "Landing Zone 1" a Cape Canaveral.
La SpaceX
Hayabusa2: approfondimento sulla missione della JAXA
Hayabusa2 è l'erede della misione Hayabusa (dal giapponese, falco pellegrino). Hayabusa nel 2005 ha visitato l'asteroide (25143) Itokawa, osservandolo per circa 2 mesi
Le onde gravitazionali di LIGO mettono alla prova la Relatività Generale
Le onde gravitazionali sono l'ennesima conferma della teoria della Relatività Generale di Einstein, eppure potrebbero nascondere anche un aspetto
Spot the Station: il widget della NASA per trovare l'ISS
La Stazione Spaziale Internazionale è visibile da molte località del globo ma solo in alcuni momenti della giornata. Quando passa nel proprio spicchio di cielo,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: