Lupo Alberto per la materia oscura


Il XXIX salone del libro di Torino ha visto la presentazione del terzo numero di Comics & Science, che diventerà una serie edita da CNR Edizioni con cadenza esamestrale.

disegno_salone

Comics & Science rappresenta l’avvicinamento di due mondi in genere molto lontani: il fumetto e la scienza. Tramite storie a fumetti disegnate dai grandi del fumetto italiano si spiegano concetti scientifici anche piuttosto ostici, unendo l’intrattenimento all’informazione.

Questo terzo numero, dal titolo di Comics & Science: Materia Oscura, vede all’opera le matite di Silver (Lupo Alberto) e di Claudia Fiandoli. Le due storie trattano i temi rispettivamente della materia oscura e della vaccinofobia.

Per maggiori informazioni si consiglia la lettura di questo articolo su MaddMaths e di questo su Orgoglio Nerd.

Il piano della Space X per andare su Marte
Tra entusiasmo  e scetticismo, Elon Musk in una conferenza ha ribadito il suo progetto di colonizzare Marte nei prossimi anni. Questa volta sembra fare sul serio e presenta i
A tutto plasma! - parte III
Nella prima parte abbiamo analizzato le cause del moto e di conseguenza i principi fisici dietro al funzionamento di qualsiasi propulsore (III principio della dinamica, conservazione della
In arrivo l'Asteroid Day 2017
Il 30 giugno prossimo si terrà la terza edizione dell’Asteroid Day, evento internazionale per gli appassionati di asteroidi e per coloro che li temono.



In occasione dell’evento tutte
EHT: uno sguardo all'orizzonte

Il 10 aprile 2019 il team di ricercatori dell'Event Horizon Telescope ha presentato, durante una conferenza stampa a Bruxelles, il suo risultato rivoluzionario riguardo la ricerca sui buchi
Il polo sud di Giove durante il flyby del 2 febbraio


Grandi cicloni ruotano attorno al polo sud di Giove, di quando in quando interrotti da ovali bianchi, in questa foto scattata dalla JunoCam a bordo della sonda
I segni dei ghiacci polari di Marte

In questa immagine prodotta dalla sonda della NASA Mars Reconnaissance Orbiter, si può osservare un aspetto interessante di alcune regioni della superficie marziana. Il terreno  che
Rømer e la scoperta della velocità della luce
Oggi diamo quasi per scontato che la velocità della luce sia finita, nonostante molto elevata (circa 300.000 km/s) ma in passato ci sono stati pareri discordanti, dovuti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: