Le 365 foto del Sole nel 2016

L’ESA ha pubblicato una foto del Sole per ogni giorno del 2016. Le fotografie sono state scattate dal satellite Proba-2. Lo strumento SWAP a bordo del satellite lavora nell’Ultravioletto per immortalare l’atmosfera calda e turbolenta del Sole.

Ogni immagine  è stata ottenuta alle 01:00 GMT (l’orario di Greenwich). Il ciclo di 11 anni dell’attività solare prosegue verso il suo minimo, un periodo in cui il numero di macchie, regioni attive ed eruzioni solari è mediamente minore. Ma mediamente minore non significa inesistente: il 17 luglio si è raggiunto il massimo annuale di attività, e la regione centrale del Sole è stata interessata dai 20 brillamenti solari più intensi dell’anno.

Altri dettagli evidenti sono i buchi coronali, grandi regioni scure che indicano minori livelli di emissione. I buchi coronali possono produrre i cosiddetti venti solari che possono portare alle tempeste geomagnetiche sulla Terra. Uno dei più grandi buchi coronali osservati l’anno scorso è stato quello del 24 novembre, che è durato per vari periodi di rotazione.

Qui l’immagine è scaricabile in alta definizione.

Fonte: http://www.esa.int/spaceinimages/Images/2017/01/The_Sun_in_2016

La fisica dell'E-ink, l'inchiostro degli ebook reader
L'idea è nata negli anni '70, ma il suo brevetto ed il suo utilizzo commerciale inizia nel 1996. L'inchiostro elettronico, o e-ink è attualmente il metodo più diffuso
Dalla Meccanica Classica alla Teoria Quantistica dei Campi, passando per la Meccanica Quantistica
FISICA CLASSICA
La nascita della Meccanica Classica si può far risalire al 1687 con la pubblicazione dell’opera “Philosophiae
Il cratere dell'eclissi
Lunedì 21 gennaio 2019 la Luna si è tinta di rosso a causa dell'ostruzione dei raggi solari da parte della Terra. Durante l'eclissi totale molti fotografi si sono potuti stupire nel notare un piccolo
Un laboratorio a portata di smartphone
Forse non potrà ancora fare il caffè espresso però da oggi il nostro smartphone si trasforma in un perfetto laboratorio di fisica.

Grazie a Phyphox, acronimo per PHYsics PHOne eXperiment,
Polaris Flare: un grattacapo cosmico fotografato da Herschel

Polaris Flare non è veramente un "flare", ma è il nome di una misteriosa regione di polveri e gas osservabile nella costellazione dell'Orsa Minore, nella
Come funzionano i campi magnetici planetari

Sulla Terra permette lo sviluppo della vita, su Marte c'era ma oggi non c'è più. In che modo si possono formare i campi magnetici planetari?



Secondo i migliori modelli attualmente
Speciale 8 Marzo: perché la scienza ha bisogno delle donne
Su iniziativa del partito socialista americano, nel 1909 venne proposta l'istituzione di una giornata della donna con l'intento di promuovere la parità dei diritti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: