5 curiosità su Isaac Newton

Ormai è diventato un’icona della scienza, dopo essere stato un matematico, fisico, filosofo naturale, astronomo, teologo e alchimista inglese, Isaac Newton è celebrato come il più grande scienziato di tutti i tempi.
Anche la sua presidenza alla Royal Society (la più antica associazione scientifica mai esistita) ha contribuito a renderlo un uomo di scienza rispettato da tutti, in tutte le epoche.

Oltre alla sua vita e alle sue opere, ricordiamo tutti la famosa leggenda che raccontò Voltaire, la mela che cadde sulla testa di Newton e che diede inizio al concepimento del concetto di gravità. Ma questa non è l’unica curiosità. Cosa possiamo raccontare ancora?
Eccovi 5 curiosità su Newton:

  • Carl Friedrich Gauss (matematico, astronomo e fisico tedesco) riservò solo a Newton, tra i matematici che lo avevano preceduto, il titolo di summus (sommo – matematico di alto grado):
  • L’epitaffio sul sepolcro di Newton recita queste parole “Let mortals rejoice that such and so great at ornament to human kind has been” (Possano i mortali gioire del fatto che un così grande ornamento dell’umanità è esistito);
  • Oltre ad essere un tipo estremamente distratto, Newton era anche un tipo molto solitario e si curava poco degli avvenimenti che accadevano intorno a lui. Quando si ritrovava assorto nelle sue riflessioni matematiche era capace di estraniarsi da tutto, anche dai suoi bisogni, tanto che saltando i pasti fece ingrassare il suo gatto, mentre lui si ammalò.
  • Nessuna donna venne mai corteggiata dallo scienziato, se non quella fortunatissima e bellissima nipote Catherine Conduitt. Voltaire ironicamente disse che gran parte della popolarità di Newton era dovuto alla bellezza di sua nipote.
  • Il suo carattere suscettibile lo portava ad avere aspre dispute, con toni arroganti. Famosa infatti la disputa con Leibniz.L’oggetto del contendere era la paternità del calcolo differenziale, la cui origine poteva essere fatta risalire sia al metodo delle differenze di Leibniz, sia al metodo delle flussioni di Newton.

Ed eccovi una curiosità bonus:
Pare che il gatto di Newton, fosse un tantinoirrequieto” quando lo scienziato si trovava all’opera nel suo laboratorio, tanto che lo indusse a creare il primo prototipo di gattaiola (porta per gatti,piccola apertura posta sul fondo dei portoni, in particolar modo di quelli in legno delle antiche cantine, che permette il libero passaggio dei felini domestici).

 

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Speciale Halloween: i "mostri" dell'universo
Ebbene sì, i mostri non esistono solo nei film horror o nei nostri incubi. Anche l'Universo ospita qualche "mostruoso creatura" che ci fa tremare alla sola vista! Stiamo parlando
Giove, il gigante: introduzione
Il prossimo 4 luglio la sonda JUNO arriverà in orbita attorno a Giove. Durante l'attesa di questo avvenimento verranno pubblicati su questo blog una serie di approfondimenti riguardo il
L'esordio del Falcon Heavy! - la prima storica missione interplanetaria della SpaceX
Ieri, infine alle 21:45 dopo svariati rinvii a causa di forte vento in alta quota, il Falcon Heavy ha fatto il suo debutto dalla storica
Un videogame per imparare la fisica
Un varco spazio-temporale ha inghiottito l’alieno Zot, mentre era intento a pescare un pesce triclope sul suo pianeta viola, e lo ha catapultato sulla Terra. Dovrà far funzionare la
Le più belle foto dell'eclissi in USA
L'eclissi solare del 21 agosto è stata uno dei fenomeni astronomici più seguiti di sempre. Sono state scattate centinaia di migliaia di fotografie. Qui una piccola raccolta delle
Surriscaldamento Globale: ad un passo dalla catastrofe?
Dopo che ieri l’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) ha pubblicato un nuovo report sulla situazione attuale del pianeta, il tema è tornato prepotentemente
La stella di Scholz e le comete degli uomini di Neanderthal
Altro che "stelle fisse": le stelle si muovono, e anche molto, all'interno della propria galassia. La stella di Scholz passò a meno di un anno luce dal Sole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: