L’incontro di NGC 3256

Contrassegnato da una regione centrale insolitamente luminosa, scie vorticose di polvere e code di marea molto lontane, NGC 3256 è il risultato di una collisione veramente cosmica. L’incontro avvenuto 500 milioni di anni fa di due galassie separate si estende per circa 100 mila anni luce in questa nitida visione di Hubble. Naturalmente quando due galassie si scontrano, raramente collidono anche le singole stelle, però le nebulose giganti di gas e polvere interagiscono, incrementando la formazione stellare. In questo scontro, le due galassie a spirale originali avevano masse simili. I loro dischi non sono più distinti e i due nuclei galattici sono nascosti oscurati dalla polvere. Sulla scala cronologica di alcune centinaia di milioni di anni, i nuclei probabilmente si uniranno e così NGC 3256 diventerà una singola grande galassia ellittica. NGC 3256 è distante circa 100 milioni di anni luce verso la costellazione della Vela. Lo scatto include molte galassie di sfondo ancora più distanti e stelle in primo piano.

Fonte: APOD

Credits: NASA, ESA, Hubble Space Telescope

Il piano della Space X per andare su Marte
Tra entusiasmo  e scetticismo, Elon Musk in una conferenza ha ribadito il suo progetto di colonizzare Marte nei prossimi anni. Questa volta sembra fare sul serio e presenta i
Perla di Giove immortalata durante il flyby

Questa foto è stata scattata dalla JunoCam l'11 dicembre 2016, alle 9:27 PST. In quel giorno la sonda della NASA Juno stava effettuando il suo terzo sorvolo (flyby) dell'atmosfera
Antimateria: dal laboratorio col furgone
E' risaputo che l'antimateria è difficile da gestire, appena entra in contatto con la materia innesca la reazione nucleare più efficiente di tutte trasformando se stessa e la materia
Tre sonde nell'aurora

Il 2 marzo 2017 tre missili NASA sono stati lanciati in Alaska durante una spettacolare aurora boreale per lo studio delle interazioni del vento solare con l'alta atmosfera e ionosfera terrestre.
I
Dai dati alla musica: vento solare e stelle di neutroni
Quante volte vi è capitato di incappare in video come "i suoni dei pianeti", o "il suono degli anelli di Saturno"? Dei suoni intriganti, affascinanti e misteriosi.
Farout, il pianeta nano più lontano dal Sole (per ora)

Situato ad una distanza dal Sole circa 100 volte maggiore di quella della Terra, 2018 VG18 'Farout' è a tutti gli effetti l'oggetto più lontano ad oggi noto nel
I ghiacciai pedemontani dell'isola di Ellesmere

L'immagine, ottenuta tramite il satellite Terra della NASA il 26 luglio 2009, ritrae il ghiacciaio di Turnabout, situato nell'isola canadese di Ellesmere. Si tratta di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: