Al via la nuova stagione di Superquark

Da mercoledì 4 luglio 2018 in prima serata su Rai Uno torna Superquark, la migliore trasmissione di divulgazione scientifica della televisione italiana. 

Un po’ tutti gli italiani appassionati di scienza devono qualcosa della loro passione a Piero Angela ed al suo SuperQuark. Nonostante sia giunto alla sua ventitreesima edizione e i canali della televisione siano aumentati a dismisura, SuperQuark resta senz’altro la trasmissione scientifica più amata dal pubblico italiano nonché la più curata dal punto di vista scientifico e dell’intrattenimento.

Della nuova stagione ancora si sa ben poco, in quanto le notizie sono poche e non ufficiali. L’unica certezza sembra essere, oltre alla data di inizio, che nella prima puntata il documentario di Alberto Angela sarà dedicato alla città di Bologna, dove esplorerà i sotterranei e le parti generalmente non visitate dai turisti.

Inoltre, un altro servizio anticipato è quello di Lorenzo Pinna che ci porterà all’ospedale Morgagni-Pierantoni per un servizio sull’utilizzo della robotica a fini chirugici negli ospedali.

Aggiorneremo questo articolo di volta in volta che verranno pubblicate ulteriori notizie. Intanto, per chi se le fosse perse, su RaiPlay è possibile guardare le puntate dell’edizione 2017.

La fine delle Opportunità
Era pensato per percorrere 1 km in 90 giorni marziani, ed invece è durato 45 km e 15 anni. Ma nonostante questo il mondo dell'astronautica è in lutto: Opportunity è definitivamente perduto.



La
Medaglie Fields 2018, l'italiano Alessio Figalli tra i vincitori

La medaglia Fields, in onore del professor John Charles Fields, è un premio che viene assegnato ogni quattro anni in occasione del congresso internazionale
5 curiosità su Isaac Newton
Ormai è diventato un'icona della scienza, dopo essere stato un matematico, fisico, filosofo naturale, astronomo, teologo e alchimista inglese, Isaac Newton è celebrato come il più grande scienziato
Mappe termiche di Deimos e Phobos dalla Mars Odyssey
Lo strumento THEMIS (Thermal Emission Imaging System), a bordo della sonda Mars Odyssey, ha permesso di costruire delle mappe di emissione termica delle due lune marziane
Pan, il disco volante satellite di Saturno
Per la prima volta la sonda Cassini si è avvicinata abbastanza al piccolo satellite di Saturno Pan da permettere di osservarne dettagliatamente la superficie.

Che Pan avesse
(4) Vesta: intervista sull'evoluzione geologica dell'asteroide di Dawn
Vesta è uno degli asteroidi più grandi della Fascia Principale di Asteroidi. La sonda Dawn della NASA lo ha visitato tra ill 2011 ed il 2012 ed i
Un anello circumsolare per Mercurio
Anche Mercurio condivide la sua orbita con un denso anello di polveri. Una scoperta fortuita che fornisce indizi molto preziosi per la formazione planetaria e per l'analisi della radiazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: