NASA Space Apps Challenge: arriva l’Hackathon a Torino

48 ore ed un obiettivo: sviluppare un’app che proponga idee e soluzioni alle sfide dello Spazio e della Terra. Il 20 ed il 21 ottobre a Torino torna la NASA Space Apps Challenge.

La NASA Space Apps Challenge è parte dell’iniziativa internazionale Open Government Partnership che intende coinvolgere persone dalle più disparate competenze per trovare idee e soluzioni innovative alle sfide dello Spazio e della Terra. Lo scorso anno sono stati presentati oltre 2000 progetti dai circa 25 000 partecipanti all’hackathon, l’equivalente di una competizione sportiva per appassionati di informatica (o affini).

Per l’edizione del 2018 della Challenge il tema sarà Terra & Spazio, e le idee sviluppate dovranno invitare alla scoperta del nostro pianeta Terra, ma anche a sperimentare soluzioni per risolvere le più grandi sfide dell’universo. Durante l’hackathon la NASA metterà a disposizione la sua banca dati per i partecipanti, che potranno così avere un supporto scientifico-sperimentale per le proprie idee.

Saranno sei le categorie di questa edizione:

  1. Can you build a…: progettazione edifici, aiutanti robotici e strumenti utili alla cittadinanza
  2. Help others discover the Earth: strumenti didattici per spiegare come funziona la Terra
  3. Volcanoes, Icebergs and Asteroids (OH MY): soluzioni per prevedere e monitorare gli eventi naturali fuori dall’ordinario e risanare i luoghi colpiti
  4. What the World needs now is…: soluzioni per sostenere e migliorare la vita sulla Terra
  5. An icy glare: strumenti per comprendere, monitorare e interpretare la criosfera terrestre
  6. A Universe of beauty and wonder: creazioni nell’ambito delle scienze spaziali e dell’esplorazione, dal punto di vista scientifico, tecnologico ed artistico

Per i primi tre vincitori sono previsti dei premi in denaro (1300€, 1000€ e 700€ rispettivamente al primo, secondo e terzo classificato).

In Italia l’appuntamento è all’Incubatore I3P del Politecnico di Torino (via Piercarlo Boggio 59), ma la sfida si terrà in 189 città del mondo negli stessi giorni. Vuoi partecipare? Lo puoi fare gratuitamente prenotandoti qui. NASA Space Apps Challenge è organizzato dall’Incubatrice I3P e dalla Regione Piemonte, con il patrocinio del Consolato Generale degli Stati Uniti a Milano.

Una nuova particella per il CERN di Ginevra
Di oggi la notizia della conferma sperimentale di una nuova particella fondamentale che compone le particelle e da tempo veniva cercata dagli studiosi del campo. Si chiama Ξcc++,
C'è vita là fuori? Le basi dell'Astrobiologia
La ricerca della vita al di fuori della Terra continua ad essere uno dei temi più ricorrenti nella ricerca scientifica in ambito spaziale, in particolare nell'esplorazione
Quelle molecole organiche su Cerere
Un recente studio spettroscopico effettuato da un team italiano grazie ai dati della sonda Dawn ha rivelato la presenza di composti alifatici sulla superficie di Cerere. La natura di
Pan, il disco volante satellite di Saturno
Per la prima volta la sonda Cassini si è avvicinata abbastanza al piccolo satellite di Saturno Pan da permettere di osservarne dettagliatamente la superficie.

Che Pan avesse
La fisica dell'E-ink, l'inchiostro degli ebook reader
L'idea è nata negli anni '70, ma il suo brevetto ed il suo utilizzo commerciale inizia nel 1996. L'inchiostro elettronico, o e-ink è attualmente il metodo più diffuso
Riaccesi i propulsori della Voyager 1
Lo scorso 28 Novembre 2017 un team di ingegneri è riuscito a riaccendere i propulsori della sonda Voyager 1 dopo 37 anni di inutilizzo (1980) da quando furono usati per puntare gli
SN 1987a, 30 anni dopo
Era il 24 febbraio del 1987 quando venne riportata la scoperta di un oggetto molto luminoso nella Grande Nube di Magellano (una galassia molto vicina alla nostra), il quale doveva aver aumentato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: