Materia ed Energia Oscura

Supponiamo di essere talmente bravi da poter mappare completamente l’universo, ovvero immaginiamo di conoscere esattamente la posizione di tutte le galassie e di conoscerne esattamente anche il contenuto di materia. Nonostante questa cosa sia al limite dell’immaginabile, non è nemmeno sufficiente per dire di conoscere l’intero universo. Perché? Il motivo è che ci sono delle forme di materia ed energia che non siamo in grado (ad oggi) di vedere: sappiamo che devono esistere ma non sappiamo assolutamente di cosa si tratti. Stiamo parlando della Materia Oscura e dell’Energia Oscura.  Nonostante vengano spesso nominate insieme, sono due cose completamente differenti e coinvolte in situazioni diverse.

La prima evidenza della presenza della materia oscura deriva dal fatto che alcune galassie ruotino più velocemente di quanto dovrebbero. La spiegazione di tale anomalia potrebbe coinvolgere proprio tale forma misteriosa di materia. Con il passar degli anni sono state trovate innumerevoli prove indirette della sua esistenza: dal gravitational lensing, dalla forma e struttura del nostro universo, dalla formazione delle galassie e altro ancora.

L’energia oscura invece è legata all’espansione accelerata dell’universo. Si associa spesso alla cosiddetta Costante Cosmologica che implicherebbe l’espansione che osserviamo nel nostro universo, se inserita opportunamente nelle Equazioni di Einstein della Relatività Generale. Si può associare tale forma di energia a noi ignota come una sorta di energia del vuoto (Attenzione: vuoto non significa “nulla”, anzi! Ma questa è una lunga storia..).

Per avere una idea dell’importanza della situazione, si deve sapere in che percentuale queste forme di materia/energia sono presenti nel nostro universo. 

Come si vede dall’immagine, la materia “ordinaria” è solamente il 5% di tutto il contentuo energetico del nostro universo. Detto in modo esplicito, se conoscessimo tutte le galassie, tutti i pianeti, tutte le stelle del nostro universo, tutte le forme di radiazioni, conosceremmo soltanto il 5% del contenuto energetico totale! Il resto? Nessuno sa cosa sia, ma esiste.

Una “piccola” nota riflessiva: non solo il nostro pianeta è estremamente piccolo rispetto all’Universo intero (potremmo dire insignificante), ma tutto l’universo a noi visibile è solo il 5% del totale. Quindi, quanto siamo “importanti” noi umani per l’intero Universo?

Come funziona l'Atmosfera terrestre? - Parte I
Questo è il primo di una serie di approfondimenti che vuole portarci a capire più a fondo il funzionamento dell'atmosfera terrestre: dalla composizione dell'aria che respiriamo
Un guscio di plasma per i rientri atmosferici
Viaggiare nello spazio non è così semplice come si è portati a pensare. La fantascienza ci offre spesso degli scenari molto idilliaci, in cui viaggiare da un pianeta all'altro
Un laboratorio a portata di smartphone
Forse non potrà ancora fare il caffè espresso però da oggi il nostro smartphone si trasforma in un perfetto laboratorio di fisica.

Grazie a Phyphox, acronimo per PHYsics PHOne eXperiment,
ʻOumuamua, l'ospite inatteso del Sistema Solare
Tra asteroidi e comete, si contano circa 750.000 corpi minori nel nostro Sistema Solare. Di questi, qualcuno potrebbe essersi formato in altri sistemi stellari, venendo
Come funzionano i campi magnetici planetari

Sulla Terra permette lo sviluppo della vita, su Marte c'era ma oggi non c'è più. In che modo si possono formare i campi magnetici planetari?



Secondo i migliori modelli attualmente
SpaceX: Il Falcon Heavy
Nel precedente articolo abbiamo parlato del primo lancio del Falcon9 dal Launch Complex 39A del Kennedy Space Center, da cui hanno avuto inizio le epiche missioni del programma Apollo e dello Space
20 Luglio 1969: 48 anni dal primo allunaggio


Il 20 Luglio 1969, alle ore 21:19 italiane, il modulo lunare "Eagle" toccava la superficie lunare.
Poche ore più tardi, l'astronauta Neil Armstrong, comandante della missione,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: