La fine programmata di Rosetta

La sonda Rosetta, in orbita attorno alla cometa 67/P Churyumov-Gerasimenko è prossima alla sua fine, con l’atterraggio sulla cometa programmato per venerdì 30 settembre alle 12:40 italiane.

La distanza della sonda dal Sole sta diventando eccessiva e la luce ricevuta dai suoi pannelli solari non sufficiente. Tra le varie opzioni per risolvere questo problema, il team della missione Rosetta ha selezionato quella scientificamente più produttiva: l’atterraggio sulla cometa. Questo permetterà di ottenere informazioni estremamente dettagliate sulla cometa durante la discesa.

La zona di atterraggio prevista è tra le cavità Ma’at 2 e Ma’at 3, due cavità di 130 e 140 metri di diametro. Si tratta di zone molto attive ed interessanti dalle quali si spera di ricavare una buona quantità di informazioni.

the_evolution_of_comet_pits

L’attenzione si focalizzerà sulla zona di accelerazione, una regione in cui le emissioni gassose provenienti dall’interno della cometa accelerano il moto delle polveri.

Un suicidio programmato ma ben giustificato quindi quello di Rosetta, che atterrerà sulla cometa venerdì 30 settembre 2016 alle 12:40 (±20 minuti), ora italiana. A causa della distanza Terra-Sonda, le informazioni ci arriveranno tuttavia svariati minuti dopo, circa 40.

Per approfondire:

AstronautiNews, Rosetta: la guida completa all’atterraggio sulla cometa

Qui un testo di approfondimento sulle comete di Albino Carbognani, dell’Osservatorio Astronomico della Valle D’Aosta

Sapevi che il compositore Vangelis ha composto un album dedicato alla missione Rosetta? Lo trovi qui

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Stephen Hawking: chi era
14 marzo 2018, muore Stephen Hawking. Astrofisico teorico, cosmologo, divulgatore e paladino per i diritti dei disabili, Hawking è stato probabilmente l'astrofisico più celebre dei nostri tempi.
Dawn trova ghiaccio su Cerere


Usando i dati della missione Dawn, un team di ricercatori dell'INAF ha individuato una forte presenza di ghiaccio nel cratere Oxo, su Cerere. 
I ricercatori dell'INAF di Roma hanno
Spot the Station: il widget della NASA per trovare l'ISS
La Stazione Spaziale Internazionale è visibile da molte località del globo ma solo in alcuni momenti della giornata. Quando passa nel proprio spicchio di cielo,
Water Harvesting: una soluzione futuristica per la mancanza d’acqua?
Circa 4 miliardi di persone sulla terra hanno accesso limitato all’acqua e oltre 1.7 milioni persone all’anno muoiono per carenza di acqua o per la
Pan, il disco volante satellite di Saturno
Per la prima volta la sonda Cassini si è avvicinata abbastanza al piccolo satellite di Saturno Pan da permettere di osservarne dettagliatamente la superficie.

Che Pan avesse
Cos'è il Solstizio d'Inverno
Il 21 dicembre 2017, alle 16:28, ricorre il solstizio d'inverno. Ma perché questa data indica l'inizio della stagione fredda nei calendari?

Non tutti sanno, forse, che l'inizio di una stagione
Acqua liquida sotto la superficie di Marte

Lo strumento MARSIS a bordo della missione Mars Express dell'ESA ha rilevato la presenza di una riserva di acqua liquida al di sotto della regione polare sud di Marte. La scoperta

Un pensiero riguardo “La fine programmata di Rosetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: