Scoperta una nuova luna nella fascia di Kuiper

2007OR10 è il nome del terzo pianeta nano in ordine grandezza nella regione transnettuniana, la regione in cui gli oggetti orbitano almeno in parte al di fuori dell’orbita di Nettuno. Uno studio pubblicato su Astrophysical Journal Letter sembra aver determinato l’esistenza di un satellite di questo pianeta nano.

Gli 8 oggetti più grandi della regione transnettuniana. Credits: NASA

2007OR10 ha un raggio radiometrico (ossia calcolato a partire dalla quantità di luce riflessa) di 1535 km ed un periodo di rotazione di 45 ore. Questa rotazione così lenta (gli oggetti in questa regione hanno in genere periodi di rotazione minori di 24 ore) è proprio ciò che ha instillato il dubbio dell’esistenza di una luna, in quanto il rallentamento può essere causato dall’interazione gravitazionale con un satellite.

Il satellite è stato scoperto grazie alle immagini di archivio dell’Hubble Space Telescope e del telescopio Herschel, dalle quali sono state ricavate alcune proprietà fondamentali del sistema. La luna (indicata dalla freccia bianca in figura) è più debole di 4.2 magnitudini di 2007OR10. Assumendo un’uguale composizione delle superfici dei due oggetti, e quindi un’uguale capacità di riflettere la luce, il raggio della nuova scoperta sarebbe di 237 km.

Le immagini di Hubble utilizzate nello studio. La freccia bianca indica la luna appena scoperta. Credits: NASA/ESA

Con questa scoperta tutti gli oggetti con dimensioni maggiori di 1000 km hanno un satellite e questo potrebbe avere delle ripercussioni nelle nostre conoscenze della formazione del Sistema Solare. Ora speriamo che a questo sistema venga anche dato un nome!

Fonte: https://arxiv.org/abs/1703.01407

La curva di luce di TRAPPIST-1, ovvero: come funziona il metodo dei transiti?
Esistono diversi modi per scoprire un pianeta extrasolare e determinarne le proprietà di interesse. Uno di questi, e quello per ora più fruttuoso,
Dal Giappone all'ISS: intervista a Marco Casolino, primo ricercatore all'INFN
Marco Casolino è un Fisico che opera presso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, dove è Primo Ricercatore; tiene corsi sui raggi cosmici
Come funzionano i globi a levitazione magnetica
Vi è mai capitato di vedere uno di quei giochi costituiti da un globo, ad esempio terrestre, sospeso in aria all'interno di una struttura a semicerchio? Vi siete mai chiesti
Come nascono e si sviluppano i lampi gamma
In uno studio pubblicato su Nature per la prima volta una dettagliata descrizione dell'origine di questo fenomeno cosmico, affascinante quanto complesso.

I raggi gamma sono
Come funzionano i campi magnetici planetari

Sulla Terra permette lo sviluppo della vita, su Marte c'era ma oggi non c'è più. In che modo si possono formare i campi magnetici planetari?



Secondo i migliori modelli attualmente
A tutto plasma! - Parte II
In questa seconda parte tratteremo delle altre tipologie di propulsori al plasma, quelle più usate, più studiate e forse le più ambiziose.

Hall Effect Thrusters (HET)



Gli HET, o Propulsori
I segni lasciati dall'acqua nei bacini marziani
Su Marte di acqua ce n'era molta, ed i segni della sua permanenza sono ben visibili all'interno dei bacini che la ospitavano. Il cratere di Gale è un perfetto esempio di

L'Angolo dei Paradossi: Il dilemma del coccodrillo

Un coccodrillo aveva afferrato un bambino che stava giocando sulle rive del Nilo. La madre implorò il coccodrillo di restituirglielo. "Certo" disse il coccodrillo.
Come nascono e si sviluppano i lampi gamma
In uno studio pubblicato su Nature per la prima volta una dettagliata descrizione dell'origine di questo fenomeno cosmico, affascinante quanto complesso.

I raggi gamma sono
Un videogame per imparare la fisica
Un varco spazio-temporale ha inghiottito l’alieno Zot, mentre era intento a pescare un pesce triclope sul suo pianeta viola, e lo ha catapultato sulla Terra. Dovrà far funzionare la
5 legami tra Tolkien, Il Signore degli Anelli e la scienza
Il 3 gennaio 1892 nasceva J.R.R. Tolkien, filologo e scrittore inglese autore del celeberrimo Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit. La sua mitologia ha influenzato
BOINC, il proprio pc al servizio della ricerca
Il Berkeley Open Infrastructure for Network Computing, per gli amici BOINC, è un software che permette di utilizzare le risorse non utilizzate del proprio computer per aiutare
In arrivo l'Asteroid Day 2017
Il 30 giugno prossimo si terrà la terza edizione dell’Asteroid Day, evento internazionale per gli appassionati di asteroidi e per coloro che li temono.



In occasione dell’evento tutte
La Morte di Cassini
Ci siamo quasi, si avvicina uno dei momenti più tristi del 2017. La sonda Cassini ci ha regalato tantissime fotografie e dati su Saturno, ma ormai è arrivato il momento di mandarla in pensione e perciò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: