Onde Gravitazionali: la prima volta di LIGO e VIRGO

Il 27 settembre 2017, la Collaborazione Virgo e la Collaborazione LIGO hanno annunciato la prima osservazione di onde gravitazionali ottenuta tramite il lavoro congiunto di tre interferometri laser. L’onda è stata osservata il 14 agosto 2017 ed è stata prodotta da due buchi neri di 31 e 25 masse solari.

Ormai sono passati oltre due anni dalla prima rivelazione di onde gravitazionali, avvenuta il 15 settembre 2015 ed annunciata a febbraio 2016. In quell’occasione, il primato spettava ai due osservatori americani LIGO situati a Handford (Washington) e Livingston (Louisiana). Dal primo agosto, però, è stato riattivato anche il rivelatore Virgo che, in triangolazione con gli osservatori LIGO, è in grado di ottenere informazioni molto più precise sulle sorgenti di questo tipo di onde. In futuro è previsto un ulteriore ampliamento dell’esperimento con l’avvio di due simili rivelatori in Giappone ed in India.

A pochi giorni dalla riattivazione di Virgo, gli interferometri hanno rivelato la prima onda gravitazionale: il 14 agosto 2017 alle 10:30:43 UTC è stata infatti rivelato un segnale gravitazionale generatosi dalla fusione di due buchi neri con una precisione tale da poter considerare come “falso” un segnale ogni 27000 anni. Si stima che le masse dei due buchi neri coalescenti siano di 30.5 e 25.3 masse solari, con un errore entro le 5 masse solari. La distanza delle sorgenti è a circa 210 Mpc.

Se volete approfondire il fenomeno delle onde gravitazionali, potete fare riferimento all’articolo che abbiamo scritto quando fu annunciata la prima rivelazione: Onde Gravitazionali, la scoperta del secolo, dopo un secolo oppure a questo libro.

Fonte: https://dcc.ligo.org/LIGO-P170814/public/main

 

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Nubi di metano su Titano


Durante il flyby del 7 maggio 2017, la sonda Cassini ha osservato queste chiare nubi di metano su Titano, luna di Saturno. Le macchie scure sono invece mari e laghi di idrocarburi presenti
ITER: Il primo magnete superconduttore completato e "made in Italy"
Oggi, 19 Maggio 2017 è avvenuta la presentazione del primo magnete superconduttore alla ASG Superconductors situata a La Spezia, dove è stato realizzato,
Come funziona l'Atmosfera terrestre? - Parte I
Questo è il primo di una serie di approfondimenti che vuole portarci a capire più a fondo il funzionamento dell'atmosfera terrestre: dalla composizione dell'aria che respiriamo
Le dune scure di Marte fotografate dall'MRO


Le macchie scure visibili nelle fotografie sono delle tipiche dune di sabbia marziana. La maggior parte della sabbia sulla Terra è composta del minerale noto come quarzo,
Betelgeuse fotografata da ALMA in alta risoluzione

Per quanto si aumentino gli ingrandimenti, da un telescopio amatoriale quel punto arancione resterà sempre un punto. Diverso è se il telescopio non è amatoriale ma
Eclissi di Luna 27 luglio 2018: gallery fotografica
In questa galleria riportiamo tutte le foto pubblicate dagli utenti nella nostra Community su Facebook. Se non siete iscritti potete farlo qui.

Buona visione!

(Nella
Cos'è l'equinozio di Primavera
Oggi, 20 marzo 2018 alle 17:15, ricorre l'equinozio di Primavera. Ma perché esiste una data precisa che indica la variazione di stagione?
Non tutti sanno, forse, che l’inizio di una stagione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: