Sentinel-5P ed i nuovi dati sull’inquinamento atmosferico

Il satellite dell’ESA Sentinel-5P, lanciato il 13 ottobre scorso, ha fornito le prime mappature dell’inquinamento atmosferico. Il satellite è in realtà ancora in fase preparatoria, ma questi primi risultati promettono molto bene sulla qualità delle informazioni che sarà in grado di fornire.

Sentinel-5P sarà infatti in grado di tracciare gli inquinanti dell’aria con un dettaglio maggiore di quanto qualunque altro satellite abbia ottenuto in passato.

La mappa in alto, ad esempio, mostra il diossido di azoto nei cieli europei, prodotto principalmente dai processi di combustione in ambito industriale e del trasporto urbano. Le maggiori concentrazioni nella Pianura Padana, in Spagna, in Olanda e nell’area di Ruhr, in Germania

 In questo video, invece, si può vedere la concentrazione globale di monossido di carbonio, così come analizzato dai dati del Sentinel-5P.

I dati di questo nuovo satellite saranno presto messi a disposzione del Copernicus Atmosphere Monitoring Service, e saranno usati per l’elaborazione di previsioni utili per l’elaborazione di politiche energetiche ed industriali appropriate.

L’accuratezza nei dati raggiungibile tramite il Sentinel-5P è possibile grazie Tropomi, uno strumento innovativo in grado di mappare i principali gas che influenza il nostro clima: il diossido di azoto, il metano, il monossido di carbonio e gli aerosol (particelle solide in sospensione nell’aria).
Dopo il lancio del satellite, Tropomi ha subito un processo di decontaminazione al termine del quale è stata aperto lo sportello che sigillava lo strumento, permettendo l’acquisizione delle prime immagini. I primi dati sono stati processati al DLR, in Germania.
La missione ha anche rilevato le polveri emesse in questi giorni dal vulcano Agung, a Bali (Indonesia).

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Cambiamento climatico ed attività solare: ci sono legami?
Si tratta di un tema caldo, che scalda gli animi perché spesso intrecciato con la politica, e che scalda anche l'atmosfera del pianeta su cui abitiamo. Spesso
Dove sono i troiani terrestri?
Conosciamo, tracciamo e cataloghiamo abitualmente migliaia di oggetti vicini alla Terra, i cosiddetti NEOs (Near-Earth Objects). Eppure nelle nostre informazioni mancano degli importanti
10 falsi miti sull'allunaggio
Fin dagli anni '70, le tesi sul complotto dell'allunaggio hanno sempre perseguitato questo evento storico. In questo articolo cerchiamo di fare un po' di debunking sui 10 principali miti
Il polo sud di Giove durante il flyby del 2 febbraio


Grandi cicloni ruotano attorno al polo sud di Giove, di quando in quando interrotti da ovali bianchi, in questa foto scattata dalla JunoCam a bordo della sonda
In arrivo l'Asteroid Day 2017
Il 30 giugno prossimo si terrà la terza edizione dell’Asteroid Day, evento internazionale per gli appassionati di asteroidi e per coloro che li temono.



In occasione dell’evento tutte
Hayabusa2: come è stato scelto il punto di atterraggio

La manovra di atterraggio e prelievo dei campioni di Hayabusa2 sull'asteroide Ryugu sembra essere andata a buon fine, ma la scelta del punto in cui svolgere questa
Calendari: cosa sono e quali sono i più utilizzati
Il calendario gregoriano è quello più utilizzato al mondo, e nonostante ci confrontiamo con esso ogni giorno, non sempre sappiamo quale sia il suo funzionamento e quali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: