Come osservare il transito di Mercurio del 9 maggio

Dopo 13 anni Mercurio torna a transitare davanti al disco solare. Di seguito qualche consiglio su come osservarlo.

43443434355

Il transito avverrà il 9 maggio, ed inizierà attorno alle 13:12. Utilizzando questo strumento si può inserire la località e conoscere l’orario esatto in cui avvengono le varie fasi del transito.

Come sempre quando si tratta del Sole, è assolutamente da evitare l’osservazione ad occhio nudo (che sarebbe comunque inutile, viste le dimensioni ridotte Mercurio), e ancor più l’osservazione tramite strumenti ottici di vario tipo non appositamente pensati per tali osservazioni; in alternativa vi potrete causare danni anche permanenti alla vista. Non fidatevi di soluzioni casalinghe, come occhiali da saldatore, vetrini oscurati o lastre: non forniscono una protezione sufficiente. Se disponete di strumenti ottici, anche piccoli, l’ideale è quello di munirsi di appositi filtri solari che in genere possono essere adattati al telescopio. Alcuni (i filtri Astrosolar) vengono ad esempio venduti in fogli A4 e richiedono quindi solo un po’ di tempo per la costruzione del filtro, ma il successo è assicurato e potrete osservare il transito con tutta tranquillità, riparando i vostri occhi anche dal 99% della luce solare.

Anche per la fotografia valgono le stesse regole, anche per evitare danni alla macchina fotografica. Qui una guida dell’Unione Astrofili Italiani per la fotografia dell’evento.

Un’altra, seppur più laboriosa, possibile via per osservare il transito può essere quella di Gassendi, che proiettò su uno schermo l’immagine del Sole in una camera oscurata.

Seguite l’evento su facebook per ricevere notizie e curiosità sul transito di Mercurio e non arrivare impreparati al 9 maggio!

Il cratere dell'eclissi
Lunedì 21 gennaio 2019 la Luna si è tinta di rosso a causa dell'ostruzione dei raggi solari da parte della Terra. Durante l'eclissi totale molti fotografi si sono potuti stupire nel notare un piccolo
Nubi di metano su Titano


Durante il flyby del 7 maggio 2017, la sonda Cassini ha osservato queste chiare nubi di metano su Titano, luna di Saturno. Le macchie scure sono invece mari e laghi di idrocarburi presenti
I segni dei ghiacci polari di Marte

In questa immagine prodotta dalla sonda della NASA Mars Reconnaissance Orbiter, si può osservare un aspetto interessante di alcune regioni della superficie marziana. Il terreno  che
20 Luglio 1969: 48 anni dal primo allunaggio


Il 20 Luglio 1969, alle ore 21:19 italiane, il modulo lunare "Eagle" toccava la superficie lunare.
Poche ore più tardi, l'astronauta Neil Armstrong, comandante della missione,
Dai dati alla musica: vento solare e stelle di neutroni
Quante volte vi è capitato di incappare in video come "i suoni dei pianeti", o "il suono degli anelli di Saturno"? Dei suoni intriganti, affascinanti e misteriosi.
Tuoni e fulmini
Vi siete mai chiesti che cosa sono i fulmini? Spesso molti fenomeni che ci circondano sono talmente comuni che ci dimentichiamo di chiederci cosa li scateni, eppure conoscerne l'origine ci permette di
SpaceUp: la Non-Conferenza sbarca a Pisa il 5 e 6 Maggio
La prima SpaceUp ha avuto luogo a San Diego nel 2010, in italia c'è stata un'edizione a Roma nel 2015 ed una a Milano nel 2016. Ma che cos'è SpaceUp, e che cos'è

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: