Se i buchi neri rendessero meno oscura la materia

Uno studio di Alexander Kashlinsky della NASA spinge per l’idea che la materia oscura sia costituita da buchi neri primordiali e non da particelle esotiche e misteriose come comunemente ritenuto.

ligo20160211d

Lo studio unisce varie osservazioni, in primis studi sulla Radiazione Infrarossa di Fondo (CIB) e conclude che sono coerenti con l’ipotesi che la materia oscura sia legata all’esistenza di buchi neri primordiali, ossia formati nei primi istanti di vita dell’universo, come quelli che hanno generato la famosa onda gravitazionale rivelata da LIGO. Quest’ultima osservazione è stata determinante nello studio, in quanto ha permesso l’analisi delle masse dei due buchi neri che, collidendo, hanno generato l’onda gravitazionale e che sono risultati di 29 e 36 masse solari.
Tutte le galassie si troverebbero immerse in una sfera di buchi neri, ognuno di circa 30 masse solari, e ciò spiegherebbe la massa “in più” necessaria per far quadrare i modelli disponibili.

La materia oscura costituisce uno dei maggiori misteri che si hanno in ambito cosmologico e poterne spiegare la natura sarebbe un enorme passo avanti nelle conoscenze che possediamo dell’Universo e della sua storia.

Qualche link per approfondire:

[1] A. Kashlinsky, LIGO gravitational wave detection, primordial black holes, and the near-IR cosmic infrared background anisotropies

[2] Media INAF, E se la materia oscura fosse fatta di buchi neri?

[3] B.J.Carr, Primordial Balckholes – Recent Development

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

20 Luglio 1969: 48 anni dal primo allunaggio


Il 20 Luglio 1969, alle ore 21:19 italiane, il modulo lunare "Eagle" toccava la superficie lunare.
Poche ore più tardi, l'astronauta Neil Armstrong, comandante della missione,
5 legami tra Tolkien, Il Signore degli Anelli e la scienza
Il 3 gennaio 1892 nasceva J.R.R. Tolkien, filologo e scrittore inglese autore del celeberrimo Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit. La sua mitologia ha influenzato
L'origine del Sistema Solare
"Chi siamo?", "da dove veniamo?", "come possiamo ideare simulazioni abbastanza potenti da simulare un sistema caotico di N corpi in maniera sufficientemente dettagliata da predire la formazione
Il radiotelescopio cinese FAST entra in funzione
Il 25 settembre scorso è stato inaugurato il Five hundred-meter Aperture Spherical Telescope, il nuovo radiotelescopio cinese. Si tratta del radiotelescopio più grande
Rintracciata la sorgente di un neutrino cosmico
Per la prima volta è stata rintracciata la sorgente di un neutrino cosmico ad alte energie utilizzando l'esperimento IceCube in Antartide. Lo studio su Science.

I neutrini
10 falsi miti sull'allunaggio
Fin dagli anni '70, le tesi sul complotto dell'allunaggio hanno sempre perseguitato questo evento storico. In questo articolo cerchiamo di fare un po' di debunking sui 10 principali miti
Bolide avvistato in Nord Italia il 30 maggio: Prime immagini e spiegazione
Il 30 maggio 2017, attorno alle 23:10, moltissime persone in un'area compresa approssimativamente tra Firenze e Milano hanno potuto ammirare uno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: