Tiangong-2 (天宫二号) pronta per il lancio

La Tiangong-2, beta-test della Stazione Spaziale Cinese è pronta per essere lanciata in orbita in questi giorni. In ottobre sarà raggiunta da due astronauti, in previsione del lancio del modulo centrale della Tiangong vera e propria previsto per il 2018.

tiangong1
Un’immagine che raffigura l’attracco di una Shenzou alla Tiangong-1

Tiangong (天宫), “il palazzo celeste“, è il nome della stazione spaziale cinese. Nel 2011 è stato lanciato un primo prototipo di questa stazione, la Tiangong-1, pensata per testare la capacità delle Shenzhou, le navicelle spaziali cinesi, di attraccare alla stazione. La stazione sarebbe dovuta restare in servizio per soli due anni, ma la sua vita è stata successivamente estesa per altri due anni. Il 21 marzo 2016 la missione della Tiangong-1 è ufficialmente terminata, e la stazione dismessa. 

Adesso è il momento di fare un po’ più sul serio: la Tiangog-2 è pronta per essere lanciata tra il 15 ed il 20 settembre e se tutto andrà come previsto, in ottobre l’agenzia spaziale cinese invierà due astronauti a bordo della stazione, dove rimarranno per 30 giorni. L’anno prossimo, la Tiangog-2 sarà visitata dalla Tianzhou-1, una nave robotica per il rifornimento ed il trasporto di carico.

tiangong_2_space_laboratory_model
Un modellino in scala 1:10 della Tiangong-2

Tutto questo in previsione della costruzione di una stazione spaziale vera e propria, come la nostra (occidentale) Stazione Spaziale Internazionale nel corso degli anni 20 di questo secolo. Già nel 2018, infatti, dovrebbe partire il Tianhe-1, modulo centrale della Stazione Spaziale Cinese.

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

NGC 6231, un ammasso di neonate nello Scorpione
NGC 6231, situato a circa 5200 anni luce dalla Terra, è un soggetto incredibilmente interessante per lo studio degli ammassi stellari. Si trova infatti alla fine della fase
Non c'è 9 senza 10: il Sistema Solare oltre Planet 9
Nuovi indizi lasciano intuire la presenza di un nuovo pianeta roccioso, delle dimensioni di Marte, nella fascia di Kuiper. Lo studio è stato effettuato da Kat Volk
La stella di Scholz e le comete degli uomini di Neanderthal
Altro che "stelle fisse": le stelle si muovono, e anche molto, all'interno della propria galassia. La stella di Scholz passò a meno di un anno luce dal Sole
Vita su Marte? No, non lo sappiamo ancora
Su Marte, la vita, c'è o c'è stata in passato? La verità è che nonostante tutto, continuiamo a non saperlo. La NASA ieri ha annunciato la scoperta di antichi depositi organici
Tesla ed i numeri 3,6,9 - La chiave dell'energia libera?
Prima di cominciare è d'obbligo una breve introduzione, anche per inquadrare un po' Tesla e la situazione dell'epoca.
Nikola Tesla viene ricordato come lo scienziato
La fisica della buona pizza
La cucina è un vero e proprio laboratorio di fisica da cui si può imparare molto delle leggi che la regolano. Ma è anche vero il contrario, ossia che i principi della fisica possono essere
ITER: Il primo magnete superconduttore completato e "made in Italy"
Oggi, 19 Maggio 2017 è avvenuta la presentazione del primo magnete superconduttore alla ASG Superconductors situata a La Spezia, dove è stato realizzato,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: