Scoperta ASASSN-15lh, la supernova più luminosa di sempre

Un team internazionale di astrofisici ha scoperto la supernova più luminosa che sia mai stata osservata nella storia dell’umanità. Si chiama ASASSN-15lh ed è stata presentata in uno studio su Science.

La galassia ospite dell'esplosione: prima e dopo. Credits: The Dark Energy Survey, G. Masi and the ASAS-SN team
La galassia ospite dell’esplosione: prima e dopo. Credits: The Dark Energy Survey, G. Masi and the ASAS-SN team

Di supernovae ne abbiamo viste molte, ma mai così luminose: è sufficiente dare un’occhiata alla differenza di luminosità della galassia ospite prima e dopo l’esplosione (vedi foto) per capire quanto possa essere stato drammaticamente intenso questo fenomeno.

ASASSN-15lh, questo il nome della Supernova in questione, si trova a circa 3.8 miliardi di anni luce di distanza nella galassia dal nome poco amichevole di APMUKS(BJ) B215839.70-615403.9, situata nella costellazione australe dell’Indiano. Essa è stata scoperta il 14 giugno scorso dall’osservatorio cileno Cerro Tololo. Durante l’esplosione la supernova ha raggiunto le 570 miliardi di luminosità solari, un valore mai osservato per oggetti di questo tipo e che lascia intendere si tratti di un caso veramente estremo, probabilmente appartenente ad una nuova categoria di oggetti.

Nel team internazionale guidato da S. Dong dell’Università di Pechino, spicca anche il nome di Gianluca Masi, astronomo e divulgatore italiano leader del noto Virtual Telescope Project.

In che modo si può generare un’esplosione di tale entità? Non lo si sa ancora, ma di certo non tramite i meccanismi classici per l’esplosione di supernovae, poiché nessuno di essi è compatibile con i valori osservati. Si tratta probabilmente di una nuova classe di fenomeni, legati forse ai Nuclei Galattici Attivi (AGN).

Ulteriori informazioni potrebbero venire dal Telescopio Spaziale Hubble, dal quale il team di astronomi è riuscito ad ottenere la possibilità di puntare l’oggetto per studiarne il post-esplosione.

Approfondimenti:
Virtual Telescope Project, Scoperta ASASSN-15lh: la supernova più luminosa della storia dell’umanità

S. Dong et al., ASASSN-15lh a highly super-luminous supernova, Science

Consigli di lettura:

Le più belle foto del mese - Dicembre 2016
Sono qui raccolte le più belle immagini di dicembre pubblicate quotidianamente sulla pagina facebook di questo blog. Cliccate sulle immagini per vederne la descrizione e mettete
William Herschel: l'uomo che contò le stelle
Sir Frederick William Herschel (Hannover, 15 Novembre 1738 - Slough, 25 Agosto 1822) è uno dei personaggi chiave dell'astronomia.

Influenzato dal padre musicista, William
Il premio Nobel per la Fisica 2016
Che il premio nobel 2016 per la Fisica andasse a LIGO per le onde gravitazionali sembrava quasi scontato, eppure così non è stato. La commissione di Stoccolma ha infatti scelto come
L'Angolo dei Paradossi: Il paradosso del barbiere
Il paradosso del barbiere è un paradosso formulato dal filosofo e logico Bertrand Russel nel 1918. Essa costituisce approssimativamente una riformulazione intuitiva, o
Le 365 foto del Sole nel 2016

L'ESA ha pubblicato una foto del Sole per ogni giorno del 2016. Le fotografie sono state scattate dal satellite Proba-2. Lo strumento SWAP a bordo del satellite lavora nell'Ultravioletto
Fratture di fango nel terreno marziano
Numerose fotografie inviate dal rover marziano Curiosity sembrano mostrare la presenza di mud cracks, le fratture che si generano a causa del disseccamento del fango.




Eclissi di Luna gennaio 2019, gli scatti degli utenti

Quella che segue è una raccolta di tutti gli scatti dell'eclissi di Luna del 21 gennaio 2019 che sono stati inviati nella nostra Community su Facebook.



Cliccate

2 pensieri riguardo “Scoperta ASASSN-15lh, la supernova più luminosa di sempre

  • Novembre 1, 2016 in 12:28 pm
    Permalink

    570 luminosità solari? Durante l’esplosione? Altro che 570..

    Risposta
    • Novembre 1, 2016 in 2:19 pm
      Permalink

      Grazie per l’appunto, per errore non avevo scritto il “miliardi”, era 570 miliardi di L solari 🙂

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: