Tre sonde nell’aurora

https://www.nasa.gov/sites/default/files/thumbnails/image/lynch_2_launch_img_9602_chris_perry.jpg

Il 2 marzo 2017 tre missili NASA sono stati lanciati in Alaska durante una spettacolare aurora boreale per lo studio delle interazioni del vento solare con l’alta atmosfera e ionosfera terrestre.

I primi due missili sono stati lanciati quasi simultaneamente alle 12:41 e 12:42 a.m. EST, mentre il terzo è stato lanciato alle 2:50 a.m. del giorno dopo.

Già dai primi report della missione si è saputo che tutti e tre i missili hanno funzionato correttamente, inviando a terra i dati previsti. I primi due missili hanno viaggiato ad altitudini differenti, pari a 190 e 330 km, per avere misure aurorali su livelli differenti. Il terzo ha viaggiato a 330 km di altitudine ed era stato preceduto il 22 febbraio da uno strumento simile, in modo tale da avere una visione spazialmente ampia sull’estensione e struttura delle aurore.

Fonte: https://www.nasa.gov/feature/wallops/2017/three-rockets-launched-within-hours-explore-auroras-over-alaska

Stephen Hawking: una riflessione sull'uomo
Ieri, 14 marzo 2018, è morto Stephen Hawking. Abbiamo letto messaggi, riflessioni e commemorazioni di tutti i tipi sul web, ad indicare quanto fosse una figura amata da molti.
Viaggio nella costellazione di Orione
Alle nostre latitutidini, la costellazione di Orione è una delle più evidenti nei cieli invernali, e nasconde alcune delle più grandi meraviglie facilmente accessibili che il cielo
Esperimento SOX: quando la fantasia supera la realtà, e fa danni
In questi giorni il caos sta investendo i laboratori dell'INFN del Gran Sasso, in Abruzzo. A seguito del dilagare dell'allarmismo, sostenuto anche da un
L'origine del Sistema Solare
"Chi siamo?", "da dove veniamo?", "come possiamo ideare simulazioni abbastanza potenti da simulare un sistema caotico di N corpi in maniera sufficientemente dettagliata da predire la formazione
A tutto plasma! - Parte I
Una delle ricerche più promettenti per lo sviluppo di nuovi sistemi di propulsione spaziale è quella riguardo i propulsori al plasma.
L'obiettivo dei propulsori al plasma è lo stesso dei propulsori
6 GIF che parlano della meteorologia di Marte


Le immagini di Marte spesso ci danno l'impressione che Marte sia un pianeta morto e statico, caratterizzato solamente da qualche sporadica tempesta di sabbia. In realtà
La Morte di Cassini
Ci siamo quasi, si avvicina uno dei momenti più tristi del 2017. La sonda Cassini ci ha regalato tantissime fotografie e dati su Saturno, ma ormai è arrivato il momento di mandarla in pensione e perciò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: