M24, la nube stellare nel Sagittario

M24, il ventiquattresimo oggetto del catalogo Messier degli oggetti del profondo cielo, è anche noto come nube stellare del Sagittario, e si estende per circa 300 anni luce comprendendo stelle distanti anche 10.000 anni luce da noi.

Si tratta di un grande insieme di stelle, la cui è presenza è dovuta al fatto che la costellazione del Sagittario si trova in direzione del centro della Via Lattea, dove il numero di stelle è di gran lunga più elevato del resto del cielo.

Vista ad occhio nudo (cosa possibile nella maggior parte dei cieli, essendo una costellazione di basse latitudini), M24 appare come una macchia più luminosa del resto della Via Lattea. Ma prendendo un binocolo o un piccolo telescopio è già possibile separare otticamente le stelle che lo compongono.

Come scegliere il primo telescopio, guida completa

Fonte: NASA APOD

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Dodekatheon: ecco la copertina in esclusiva del 4° capitolo dell'Onniologo
Come annunciato da qualche settimana sulla nostra pagina Facebook, Cronache dal Silenzio è stato scelto per ospitare il Cover Reveal del quarto
William Herschel: l'uomo che contò le stelle
Sir Frederick William Herschel (Hannover, 15 Novembre 1738 - Slough, 25 Agosto 1822) è uno dei personaggi chiave dell'astronomia.

Influenzato dal padre musicista, William
Urano e Nettuno, viaggi verso i due giganti ghiacciati
Cassini verso Saturno, Juno verso Giove, New Horizons verso Plutone, Hayabusa1, Hayabusa2 e OSIRIS-REx verso asteroidi vicini, Rosetta verso la cometa 67P/ Churyumov-Gerasimenko,
20 Luglio 1969: 48 anni dal primo allunaggio


Il 20 Luglio 1969, alle ore 21:19 italiane, il modulo lunare "Eagle" toccava la superficie lunare.
Poche ore più tardi, l'astronauta Neil Armstrong, comandante della missione,
Il ghiaccio sotterraneo di Marte
Su Marte c'è acqua? Ormai è noto che in alcune regioni su Marte si trova del ghiaccio sotto la superficie. Ma quanto sia questo ghiaccio è ancora ignoto. Uno studio uscito su Science Magazine
Esperimento SOX: quando la fantasia supera la realtà, e fa danni
In questi giorni il caos sta investendo i laboratori dell'INFN del Gran Sasso, in Abruzzo. A seguito del dilagare dell'allarmismo, sostenuto anche da un
Alla ricerca di meteoriti – come trovarle e riconoscerle
Ospitiamo come ormai da consuetudine per l'Asteroid Day, un contributo di Nicola Mari, geologo planetario a Glasgow che si occupa anche di divulgazione scientifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: