Un Aereo incontra la Luna

Se osservi attentamente la Luna, ci vedresti un grande aeroplano di fronte.
Beh, non sempre. OK, quasi mai. In realtà, catturare un’immagine come questa richiede un cronometraggio preciso, un’esposizione abbastanza veloce da congelare l’aereo e non sovraesporre la Luna, ma abbastanza lenta da vedere entrambi, una macchina fotografica stabile e fortuna, perché non tutti gli aerei che si avvicinano alla Luna la incrociano davanti a te. L’attrezzatura utile include una fotocamera con modalità video continua veloce e una montatura che insegue automaticamente la Luna. Questa fugace sovrapposizione è stata catturata a Seoul, in Corea del Sud, due settimane fa, durante un giorno di luna crescente. In meno di 1/10 di secondo, la traversata dell’aereo era finita.

Fonte: NASA

Credits: Ji-Hoon Kim

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Medaglie Fields 2018, l'italiano Alessio Figalli tra i vincitori

La medaglia Fields, in onore del professor John Charles Fields, è un premio che viene assegnato ogni quattro anni in occasione del congresso internazionale
Meccanica Statistica questa sconosciuta
Oggi vi voglio parlare della Meccanica Statistica, ovvero della sorellina minore, non per importanza scientifica sia ben chiaro, della più nota triade composta da Meccanica Classica,
La curva di luce di TRAPPIST-1, ovvero: come funziona il metodo dei transiti?
Esistono diversi modi per scoprire un pianeta extrasolare e determinarne le proprietà di interesse. Uno di questi, e quello per ora più fruttuoso,
OSIRIS-REx e Bennu: si comincia



Il 17 agosto la sonda della NASA OSIRIS-REx ha ottenuto le sue primissime immagini dell'obiettivo della missione: l'asteroide Bennu. Da una distanza di 2.2 milioni di chilometri,
La domesticazione del tacchino
Oggi, 22 novembre 2018, milioni di statunitensi e canadesi festeggiano il Giorno del Ringraziamento. La tipica usanza della cena a base di tacchino sembra avere un'origine ben più lontana
L'Angolo dei Paradossi: il paradosso di Anfibio
Cari utenti,
da oggi vorremmo presentarvi una nuova curiosa rubrica. Questa volta non parleremo di buchi nere, stelle di neutroni o asteroidi ma bensì dei paradossi.
Ma
Ascensore spaziale: dalla fantascienza dell'Onniologo ad una possibilità reale
Uno dei maggiori problemi dell'esplorazione spaziale è che occorre utilizzare una grande massa (il carburante) che si perde poco dopo il lancio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: