Le finali del Fermi Science

I Fermi Science Playoffs celebrano il decennale dell’esplorazione dell’universo di alte energie con il Fermi Gamma-ray Space Telescope, ovvero il Telescopio Spaziale a raggi Gamma.

Dopo essere sopravvissute alle tornate di voto preliminari, queste due immagini finaliste nella competizione si sono finalmente fronteggiate.

Si tratta di immagini digitali facenti parte di una lista di 16 tra le più importanti scoperte scientifiche del Telescopio Fermi e rappresentano i competitor di punta nella gara, avendo già sconfitto il dodicesimo competitor, Nuovi indizi sulla Materia Oscura, e il quattordicesimo, Terremoti stellari in una Tempesta di Magnetar, nella semifinale.

Sulla sinistra possiamo vedere Bolle di raggi Gamma che si estendono, sopra e sotto il piano della nostra Via Lattea, per una lunghezza senza precedenti di 25 mila anni luce.

A destra, la violenta fusione di Stelle di Neutroni che ha portato alla creazione dei primi raggi Gamma con cui è stato rilevato il primo evento di Onde Gravitazionali.

Ora tocca a voi! Fate la vostra scelta e votate qui per incoronare il maggiore risultato scientifico raggiunto nel primo decennio del Telescopio Fermi.

Crediti: NASA

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Antimateria: dal laboratorio col furgone
E' risaputo che l'antimateria è difficile da gestire, appena entra in contatto con la materia innesca la reazione nucleare più efficiente di tutte trasformando se stessa e la materia
Eclissi di Luna 27 luglio 2018: gallery fotografica
In questa galleria riportiamo tutte le foto pubblicate dagli utenti nella nostra Community su Facebook. Se non siete iscritti potete farlo qui.

Buona visione!

(Nella
Un telescopio fatto in casa
Ospitiamo il contributo di Dante Bissiri, utente della nostra community, che ci racconta la sua esperienza nella costruzione di un telescopio fatto in casa.
Era il 1978 quando decisi di costruire
Meccanica Statistica questa sconosciuta
Oggi vi voglio parlare della Meccanica Statistica, ovvero della sorellina minore, non per importanza scientifica sia ben chiaro, della più nota triade composta da Meccanica Classica,
ExoMars, l'Europa arriva su Marte
Il Trace Gas Orbiter ed il modulo Schiaparelli il 19 ottobre giungeranno sul Pianeta Rosso.
Le due sonde erano decollate insieme il 14 marzo scorso per la prima parte della missione
Un campo magnetico artificiale per far tornare l'acqua su Marte
Attualmente, l'atmosfera marziana è piuttosto sottile: poco densa e poco ricca di ossigeno, oltre ad essere continuamente bombardata da raggi cosmici e venti
Cos'è il meccanismo di Kozai

Le comete e molti oggetti transnettuniani hanno orbite veramente strane, decisamente diverse da quelle quasi circolari dei pianeti, pur essendosi formate a partire dalla dinamica della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: