Orione in Rosso e Blu

Questa colorata rappresentazione di una parte della costellazione di Orione proviene dalla luce rossa emessa dall’idrogeno e dallo zolfo e da quella blu-verde emessa dall’ossigeno. Le sfumature dell’immagine in primo piano sono state poi rielaborate digitalmente in modo da rappresentare gli elementi originali con un sorprendente effetto per l’occhio umano. l’immagine mozzafiato è stata accuratamente composta da centinaia di scatti che hanno richiesto circa 200 ore per essere raccolte. Nella foto l’anello di Barnard, sul fondo dell’immagine, sembra cullare intricate trame interstellari tra cui, al centro, la Nebulosa di Orione. La nebulosa Fiamma può anche essere localizzata rapidamente, ma richiede un occhio attento per identificare la leggera rientranza della Nebulosa Testa di Cavallo. Una spiegazione accreditata dell’origine dell’anello di Barnard è l’esplosione di una supernova avvenuta circa due milioni di anni fa.

APOD: Orion in Red and Blue (2018 Oct 14)
Image Credit & Copyright: David Lindemann

https://apod.nasa.gov/apod/ap181014.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: