Lo strascico della collisione

La WFC3 di Hubble ha immortalato la galassia irregolare NGC 4485, deformata e modificata dalla presenza di un vicino galattico piuttosto invadente, NGC 4490. L’incontro ravvicinato con le due galassie, situate a circa 30 milioni di anni luce di distanza nella costellazione dei Cani da Caccia, è avvenuto alcuni milioni di anni fa ed ora i due oggetti sono in relativo allontanamento.

L’enorme energia gravitazionale che scaturisce dal loro incontro continua ad essere all’origine di intensi fenomeni di formazione stellare, in particolare lungo il grande getto di materia lungo circa 25 000 anni luce che collega le due galassie e che rappresenta una sorta di strascico dell’avvenuta collisione.

In NGC 4485 si può ancora intravedere la precedente struttura a spirale che si aveva prima dell’interazione con la compagna (qui non visibile, è appena fuori dal campo della fotografia, sulla destra).

Fonte: ESA (clicca per vederla in alta risoluzione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: