10 astro-libri da leggere a casa

Le ore da passare in casa sono tante, possibilmente tutte. Queste ore da necessità possono diventare un’occasione per fare ciò che in genere non si ha tempo di fare abbastanza, come leggere un buon libro di astronomia. Raccogliamo in questa pagina 10 libri da leggere per coltivare la propria passione per il cielo!

L’ultimo orizzonte. Cosa sappiamo dell’universo – di Amedeo Balbi

“Cosa sappiamo dell’universo? Molto, moltissimo: la sua età, la sua struttura, cosa contiene e come ha fatto a evolvere in uno spazio disseminato di galassie, stelle, pianeti. Solo poco più di un secolo fa, non sapevamo quasi nulla di tutto questo. Il racconto di come la fisica moderna sia arrivata così avanti sulla strada della conoscenza del cosmo è il racconto di una straordinaria avventura scientifica, che Amedeo Balbi, astrofisico e divulgatore, ci aiuta a seguire passo dopo passo: dalla teoria della relatività di Einstein alla scoperta dell’espansione dell’universo, dall’osservazione della radiazione cosmica di fondo fino all’elaborazione del modello “classico” del Big Bang che oggi riteniamo la migliore descrizione dell’origine del cosmo. Allora, ormai sappiamo tutto dell’universo? Naturalmente no: se siamo sicuri dell’impianto generale, non abbiamo di certo definito con precisione tutti i dettagli. Balbi allora ci invita alla scoperta della terra di frontiera su cui si svolge la ricerca attuale, dalle conferme della teoria inflazionaria alla ricerca della materia oscura, alla spiegazione dell’accelerazione dell’espansione dell’universo. Ma anche alla frontiera della ricerca, siamo ben lontani dal trovare la risposta definitiva a domande basilari: l’universo è finito o infinito? Lo spazio e il tempo hanno avuto un inizio, e avranno una fine? Le leggi di natura potevano essere diverse? Esistono altri universi oltre il nostro? Per affrontare queste domande con gli strumenti della scienza bisogna spingersi oltre l’ultimo orizzonte, dove gli avvenimenti dei primordi sono nascosti al nostro sguardo da un muro di fuoco, dove le misurazioni che abbiamo fatto sull’universo potrebbero non valere più, dove potremmo scoprire che la fisica che abbiamo elaborato descrive solo un breve momento e un limitato spazio di un ben più ampio e irraggiungibile cosmo.”

Rosso Marte – di Giovanni Caprara

Link Amazon

“Nell’antichità si riteneva che il pianeta Marte – osservato, temuto e ammirato per il suo colore, un rosso inquietante e minaccioso – potesse scatenare guerre, conflitti e passioni fra gli uomini. La vicenda che lo riguarda comincia all’alba del genere umano, già nel III millennio a.C., con racconti e leggende, e da allora il Pianeta Rosso non ha mai cessato di esercitare il suo fascino, accendendo l’ardore conoscitivo e dando impulso a sperimentazioni scientifiche e tecnologiche via via più avanzate. A partire dalle osservazioni di Giovanni Schiaparelli, che grazie alla scoperta dei “canali” nella seconda metà dell’Ottocento avanzò l’ipotesi della presenza di vita (addirittura intelligente secondo alcuni), passando attraverso la febbrile ricerca dell’acqua, che impegnò generazioni di studiosi, fino alle missioni che consentiranno all’uomo di sbarcare direttamente sulle sabbie rosse, Marte oggi rappresenta sempre più “il pianeta della porta accanto”, oggetto dello sforzo intellettuale così come dell’immaginario collettivo terrestre. Il pianeta diventa non solo metafora dell’altrove, gemello possibile e affine alla Terra, ma ricettacolo di speranze e sforzi, campo di prova delle potenze mondiali, simbolo di dimostrazione tecnologica e, in tempi recentissimi, concreta possibilità di sopravvivenza. Con Rosso Marte Giovanni Caprara, testimone diretto di numerose missioni dai centri di controllo negli Stati Uniti e in Russia, offre una ricognizione attenta sul passato e sui progetti attuali e futuri della scienza: fra i successi delle sonde “Mariner” e i tonfi delle sovietiche “Mars”, fra le moderne rover, ovvero i robot che perlustrano autonomamente il pianeta, e i piani di Terraforming, la trasformazione dell’ambiente marziano in una specie di “seconda Terra”, si va alla scoperta di come il sogno su Marte sia diventato realtà scientifica. Con un’attenzione speciale per l’Italia (numerosi sono gli scienziati e i tecnologi italiani protagonisti), che, da Schiaparelli in poi, non ha mai smesso di guardare il cielo e, soprattutto, il rosso Marte.”

Notte di Stelle – di Margherita Hack e Viviano Domenici

“Il cielo stellato è un immenso libro aperto in cui i nostri antenati hanno trovato le conoscenze più utili alla sopravvivenza, imparando a orientarsi, a costruire orologi e calendari, a sfruttare i cicli stagionali. Incantati dai movimenti degli astri e dei pianeti, intimoriti da inspiegabili fenomeni come le eclissi o le comete, hanno popolato il firmamento di dèi ed eroi che ne spiegassero il mistero. In un appassionante percorso che tocca l’astronomia e l’archeologia, la scienza e il mito, Margherita Hack e Viviano Domenici ci insegnano a “leggere” il cielo notturno, a riconoscere le costellazioni e a comprendere quei fenomeni che hanno atterrito e affascinato gli uomini di ogni epoca. Uno straordinario viaggio nello spazio celeste, con un inserto a colori.”

Storie Spaziali – di Emiliano Battisti

“«Houston, qui Base della Tranquillità, l’Eagle è atterrato». È con questa frase, una delle più famose nella storia dei viaggi spaziali, che Neil Armstrong diede al mondo la notizia che l’uomo era infine arrivato sulla Luna. Era il 20 luglio 1969 e lo spazio non era mai stato così interessante. Eppure, per raggiungere quell’incredibile traguardo e varcare nuovi orizzonti inesplorati, l’umanità ha dovuto assistere a non pochi fallimenti e ha visto sacrificare le vite di molti coraggiosi pionieri dell’universo. A testimoniarlo, complice la filmografia hollywoodiana, il fatto che la frase più celebre in materia di viaggi spaziali, ancora adesso è probabilmente: «Houston, abbiamo un problema». Questo libro racconta l’epica ma soprattutto la cruda realtà delle più importanti avventure intraprese dall’uomo nello spingersi oltre i confini del mondo, dalla promessa di Kennedy di conquistare la Luna fino alla preparazione del primo viaggio umano su Marte, passando per la costruzione della Stazione Spaziale Internazionale e il contributo degli astronauti italiani nello spazio. Un saggio imperdibile – arricchito da foto originali della NASA – che ricostruisce finanche i dialoghi degli astronauti di fronte all’ignoto e che unisce alla descrizione particolareggiata degli eventi pregna nti i tratti del romanzo, qualificandosi come il testo definitivo per gli appassionati dei viaggi nell’universo e gli storici del futuro. Prefazione di Paolo D’Angelo.”

Pianeti tra le note – di Angelo Adamo

“Una stella, otto pianeti, un centinaio di lune e una miriade di corpi minori tra plutini, asteroidi, comete, satelliti artificiali. E per ognuno di questi oggetti, spiegazioni scientifiche che condividono la scena con narrazioni dettate dal mito, con visioni della fanstascienza e con suggestioni sonore scaturite dalla penna di grandi compositori. L’autore prova a districarsi nella babele di idiomi più o meno precisi che da sempre vengono usati dagli uomini per descrivere il Sistema Solare nell’intento di spiegarlo e di rendere il freddo spazio interplanetario un posto più accogliente. La letteratura, la fisica, il fumetto, l’illustrazione, la musica finalmente cooperano per delineare un possibile percorso, una traiettoria fra le tante, che condurrà il lettore dalle origini del linguaggio fino alla nube di Oort.”

Su Nettuno Piovono Diamanti – di Adrian Fartade

“In questo libro, scritto nel suo inconfondibile stile divulgativo, Adrian Fartade ci invita a seguirlo oltre le “colonne d’Ercole” della nostra regione del Sistema solare, cioè la Fascia di Asteroidi, lasciandoci così conquistare da Giove, gigante gassoso tormentato da enormi cicloni ipnotici, e da Saturno, con il suo sistema complesso e affascinante di anelli e tempeste esagonali. Questa cavalcata emozionante prosegue poi verso Urano, il pianeta piegato sul fianco con archi colossali di ghiaccio e roccia, e Nettuno, coperto da nuvole di ammoniaca gelata che gettano ombre di centinaia di chilometri lungo l’atmosfera color blu intenso. Il giro turistico spaziale comprende anche le loro incredibili lune: Titano, Io (un vero laboratorio geologico che da oltre quattrocento vulcani lancia pennacchi di lava nello spazio!), Iperione che sembra quasi una spugna, e last but not least Europa ed Encelado, su cui si nascondono oceani di acqua liquida. E, se già pensiamo che questi siano mondi strani, ci sorprenderemo ancor di più con i pianeti nani! Plutone, con le sue montagne di ghiaccio, o Haumea, che ruota più velocemente di qualsiasi altro grande corpo del Sistema solare e ha persino un anello intorno! Senza dimenticare Ultima Thule…”

La Teoria del Tutto – di Stephen Hawking

“In questo agile volume, il grande fisico Stephen Hawking delinea una breve storia dell’Universo “dal Big Bang ai buchi neri” (per citare il titolo italiano della sua opera più famosa). Per farlo, presenta le principali teorie cosmologiche da Aristotele fino ad Einstein, passando da Tolomeo, Copernico, Galileo e Newton; quindi espone le conoscenze attuali sulle leggi fisiche alle quali obbedisce il nostro Universo; infine, avanza alcune ipotesi in direzione di quella “teoria del tutto” capace di unificare la meccanica quantistica, la gravità e le altre interazioni della fisica. Solo una “teoria del tutto”, infatti, ci consentirebbe di rispondere alla vera questione ultima: perché esiste l’Universo?”

Atlante di Astronomia

“Una guida pratica ideale per avvicinarsi al mondo dell’astronomia, ideale a tutti coloro che desiderano dedicarsi all’affascinante studio del firmamento. Composta da un’introduzione all’astronomia e all’osservazione dei corpi celesti, con approfondimenti su: costellazioni, Via Lattea, Sistema Solare, pianeti, comete e molto altro. Edizione 2019 aggiornata con una timeline interattiva sull’astronomia.”

Universo, Guida di Viaggio

“Così lontano Lonely Planet non vi aveva mai portato. Lasciatevi prendere per mano dalla prima e unica guida di viaggio all’Universo, sviluppata con i più recenti dati forniti dalla NASA. Sbarcate sui pianeti del nostro sistema solare, poi proseguite fino ai margini dell’Universo conosciuto, passando per esopianeti, stelle appena nate, resti di supernovae e superammassi di galassie. Scoprirete con noi i luoghi più incredibili e stupefacenti dello spazio.”

L’Arte di Osservare con il Telescopio – di Salvatore Albano

“Si crede che l’acquisto di un telescopio di grande apertura sia sufficiente per fare l’astrofilo affermato. Questo sarà vero solo se avremo imparato a sfruttare al meglio strumenti di minore apertura. Infatti, sarebbe come voler guidare una moto potente senza neppure aver imparato ad andare in bicicletta. Questo libro si propone di spiegare al lettore come usare al meglio il proprio strumento, cercando il luogo adatto e la serata buona per spingersi al limite delle proprie possibilità. Le descrizioni di 481 oggetti celesti sono basate sull’impiego di un telescopio di 508 mm di diametro e costituiscono il termine di paragone per imparare a cogliere fino all’ultimo i fotoni catturati dal proprio strumento.”


Nei nostri consigli di lettura potete trovare molti altri titoli astronomici che potrebbero fare al caso vostro:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: