Striature fresche su Encelado

Le fratture visibili sulla superficie ghiacciata di Encelado emettono ghiaccio dall’interno del satellite di Saturno verso lo spazio esterno, creando una nube di ghiaccio al polo sud di Encelado e contribuendo al misterioso anello E di Saturno.

Tra il 2004 ed il 2017, Cassini ha ottenuto varie evidenze di questo fenomeno, e in questa immagine, la sonda ha mostrato in tutta la sua imponenza la superficie ghiacciata del satellite. Le strie blu sono visibili in falsi colori blu, altrimenti non sarebbero così evidenti.

L’attività superficiale di Encelado resta un mistero, soprattutto visto che la vicina Mimas, simile per dimensione, è sostanzialmente morta.

Dalle analisi delle emissioni di ghiaccio è risultata la presenza di molecole organiche complesse al di sotto della superficie ghiacciata, cosa che non prova direttamente la presenza di vita, ma rende Encelado interessante dal punto di vista asteobiologico.

Fonte:NASA APOD

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Cos'è il meccanismo di Kozai

Le comete e molti oggetti transnettuniani hanno orbite veramente strane, decisamente diverse da quelle quasi circolari dei pianeti, pur essendosi formate a partire dalla dinamica della stessa
L'atterraggio del primo stadio del Falcon9 - Rivoluzione nel modo di concepire le missioni spaziali.
Ripresa dal drone dell'atterraggio del primo stadio del Falcon9, sul nuovo "Landing Zone 1" a Cape Canaveral.
La SpaceX
Dai dati alla musica: vento solare e stelle di neutroni
Quante volte vi è capitato di incappare in video come "i suoni dei pianeti", o "il suono degli anelli di Saturno"? Dei suoni intriganti, affascinanti e misteriosi.
Emissioni inquinanti e mezzi di trasporto moderni: Quo Vadis?

I mezzi di trasporto su strada sono responsabili per le emissioni di sostanze dannose per l'uomo e per l'ambiente e nonostante il progresso tecnologico i
Il videogioco alleato del cervello
Quante ore passate o avete passato sui videogiochi? Vi è sembrato tempo perso? E se vi dicessimo che invece tutte quelle ore spese di fronte allo schermo potrebbero essere state utili?



Sembra
Hayabusa2: approfondimento sulla missione della JAXA
Hayabusa2 è l'erede della misione Hayabusa (dal giapponese, falco pellegrino). Hayabusa nel 2005 ha visitato l'asteroide (25143) Itokawa, osservandolo per circa 2 mesi
SABRE Engine: dal Silbervogel allo Skylon, la ricerca per i velivoli SSTO
In precedenza abbiamo osservato come la SpaceX, spinta dall'obiettivo di colonizzare Marte, stia riuscendo a conseguire lanci con razzi riutilizzabili,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: