Prima immagine della nascita di un pianeta

Per la prima volta, un team di astronomi è riuscito ad osservare direttamente un pianeta in formazione attorno ad una stella, confermando anche i modelli di formazione stellare più utilizzati. L’articolo su Astronomy&Astrophysics.

Inizialmente, nel 2015, l’oggetto è stato scovato da un team dell’istituto Max Planck che ha osservato regolarmente centinaia di giovani stelle alla ricerca di tracce di esopianeti usando lo strumento SPHERE del Very Large Telescope (VLT, situato sul Cerro Paranal cileno). Una di queste stelle è PDS 70, una stella giovanissima, avente soli 10 milioni di anni. PDS 70 è una stella nana, situata a 370 anni luce dalla Terra. E’ noto dai modelli di formazione stellare, che stelle così giovani siano spesso circondate da un disco di polveri e gas provenienti dalla nube dalla quale la stella si è formata.

Nel 2016 le osservazioni di questa stella sono state analizzate a fondo, scoprendo la presenza di un segnale luminoso poco distante inserito all’interno di una separazione del disco. Queste osservazioni sono generalmente valutate controverse, e per questo l’oggetto è stato osservato e confermato anche utilizzando altri strumenti, fino alla pubblicazione dei risultati su Astronomy&Astrophysics riguardanti il pianeta PDS 70b (qui è possibile leggerlo).

In passato ci sono stati altri tentativi di osservazione di pianeti molto giovani o appena formati, ma mai si era potuto osservarli con questo livello di precisione e di sicurezza. In un altro articolo (qui), un altro team di ricerca ha stimato la massa, la temperatura e l’orbita di questo pianeta. PDS 70b risulta essere varie volte più massiccio di Giove, con un’atmosfera ricca di nubi e temperature attorno ai 1000°C, sebbene sia distante dalla propria stella circa quanto Urano dal nostro Sole. Sembra inoltre che lo stesso pianeta abbia un disco di materiale interplanetario che lo circonda, fornendo quindi ulteriore materiale all’oggetto in formazione.

Fonte: Science

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Eclissi di Luna gennaio 2019, gli scatti degli utenti

Quella che segue è una raccolta di tutti gli scatti dell'eclissi di Luna del 21 gennaio 2019 che sono stati inviati nella nostra Community su Facebook.



Cliccate
L'IAU riconosce i primi 227 nomi delle stelle: elenco completo
Molte delle stelle che conosciamo e delle quali diamo per scontato i nomi non hanno in realtà mai ricevuto il loro nome in maniera ufficiale dalla International
Riaccesi i propulsori della Voyager 1
Lo scorso 28 Novembre 2017 un team di ingegneri è riuscito a riaccendere i propulsori della sonda Voyager 1 dopo 37 anni di inutilizzo (1980) da quando furono usati per puntare gli
Il videogioco alleato del cervello
Quante ore passate o avete passato sui videogiochi? Vi è sembrato tempo perso? E se vi dicessimo che invece tutte quelle ore spese di fronte allo schermo potrebbero essere state utili?



Sembra
L'Angolo dei Paradossi: Il paradosso del barbiere
Il paradosso del barbiere è un paradosso formulato dal filosofo e logico Bertrand Russel nel 1918. Essa costituisce approssimativamente una riformulazione intuitiva, o
Wendelstein 7-X uno Stellarator da Record
Il Wendelstein 7-X ha acquisito un nuovo record per gli Stellarator. Negli esperimenti scorsi il reattore ha raggiunto temperature e densità del plasma più elevate, impulsi più
Che cosa sono e da dove vengono le comete?
Le comete sono degli oggetti con una lunga tradizione di osservazioni, che spesso si mescola alla storia, alla mitologia ed ai racconti popolari, a causa del loro aspetto spettacolare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: