Le sosia di Eta Carinae

Eta Carinae è la stella più luminosa e massiccia tra quelle site a meno di 10 000 anni luce dalla Terra ed è particolarmente rinomata per la sua grande eruzione che negli anni 40 dell’800 la ha portata ad espellere l’equivalente di 10 masse solari nello spazio.

Questa enorme massa si trova, in espansione, ancora nei dintorni della stella sotto forma di gas.

Eta Carinae si trova a circa 7500 anni luce di distanza da noi, nella costellazione della Carena. È in realtà un sistema binario in cui le due componenti sono stimate di 90 e 30 masse solari.

Si tratta dell’unico oggetto di questa tipologia noto ad oggi nella nostra galassia, ma altrove sono state trovate diverse stelle simili. In particolare, in uno studio del 2016 sono state trovate ben 5 stelle di tale tipologia, tasselli fondamentali nella comprensione di come possa avvenire questo tipo di eruzione. Le 5 stelle trovate hanno infatti proprietà ottiche simili alla nostra Eta Carinae, in cui una stella molto massiccia è circondata da una nube molto massiccia di polveri e gas, indicando che molto probabilmente abbiano vissuto una fase eruttiva simile.

Si tratta di fenomeni rari e non ancora ben compresi ma che potrebbero fornirci informazioni fondamentali nello studio di stelle di grande massa.

Fonte: Hubblesite.org

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Il radiotelescopio cinese FAST entra in funzione
Il 25 settembre scorso è stato inaugurato il Five hundred-meter Aperture Spherical Telescope, il nuovo radiotelescopio cinese. Si tratta del radiotelescopio più grande
Rømer e la scoperta della velocità della luce
Oggi diamo quasi per scontato che la velocità della luce sia finita, nonostante molto elevata (circa 300.000 km/s) ma in passato ci sono stati pareri discordanti, dovuti anche
Meccanica Statistica questa sconosciuta
Oggi vi voglio parlare della Meccanica Statistica, ovvero della sorellina minore, non per importanza scientifica sia ben chiaro, della più nota triade composta da Meccanica Classica,
L'atterraggio del primo stadio del Falcon9 - Rivoluzione nel modo di concepire le missioni spaziali.
Ripresa dal drone dell'atterraggio del primo stadio del Falcon9, sul nuovo "Landing Zone 1" a Cape Canaveral.
La SpaceX
Plutone di nuovo un pianeta? Alan Stern propone una nuova definizione
Ad alcuni il fatto che Plutone sia stato declassato a pianeta nano da pianeta vero e proprio continua a non andare giù. La proposta del planetologo
Emissioni inquinanti e mezzi di trasporto moderni: Quo Vadis?

I mezzi di trasporto su strada sono responsabili per le emissioni di sostanze dannose per l'uomo e per l'ambiente e nonostante il progresso tecnologico i
Venere: siamo pronti per tornarci
Per quanto riguarda le missioni della NASA, Venere è uno dei più trascurati dei nostri vicini, nonostante la vicinanza sia fisica che evolutiva fa sì che avrebbe molto da dirci anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: