400 Anni dalla scoperta della Terza Legge di Keplero

Quattrocento anni fa, il 15 Maggio 1618 Giovanni Keplero scoprì la semplice legge matematica che governa le orbite dei pianeti del sistema solare, oggi riconosciuta come la Terza Legge di Keplero del moto planetario.
A quel tempo viveva in questa alta palazzina a la Hofgasse, una stretta via vicina al castello ed alla piazza principale della città di Linz, Austria, pianeta Terra.
Solo di recente è stata identificata questa residenza (Hofgasse 7) come il luogo in cui Keplero scoprì la sua terza legge.
Erick Meyer, della Società Astronomica di Linz è stato in grado di risolvere questo mistero storico, in parte grazie alle descrizioni delle osservazioni di Keplero stesso sulle eclissi lunari. Keplero fu una figura chiave nella rivoluzione scientifica del 17° secolo, supportò le scoperte di Galileo ed il sistema Copernicano in cui i pianeti ruotano attorno al Sole invece che attorno la Terra. Mostrò che i pianeti si muovono in ellissi in cui il Sole occupa uno dei due fuochi (Prima Legge di Keplero), i pianeti si muovono proporzionalmente più velocemente nelle loro orbite quando sono più vicini al Sole (Seconda Legge di Keplero), descritta come velocità areolare = costante

fonte

conseguenza della conservazione del momento angolare; e che quei pianeti più lontani impiegano proporzionalmente più tempo per orbitare attorno al Sole (Terza Legge di Keplero), descritta come
T2 = K*a3
ovvero che il quadrato del periodo orbitale è proporzionale al cubo della distanza (se misuriamo i periodi in anni solari e le distanze in unità astronomiche K=1).

fonte

Fonte: APOD. In Copertina: l’indirizzo 7 di via Hofgasse. Credits: Erick Meyer

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

La domesticazione del tacchino
Oggi, 22 novembre 2018, milioni di statunitensi e canadesi festeggiano il Giorno del Ringraziamento. La tipica usanza della cena a base di tacchino sembra avere un'origine ben più lontana
Un campo magnetico artificiale per far tornare l'acqua su Marte
Attualmente, l'atmosfera marziana è piuttosto sottile: poco densa e poco ricca di ossigeno, oltre ad essere continuamente bombardata da raggi cosmici e venti
Non c'è 9 senza 10: il Sistema Solare oltre Planet 9
Nuovi indizi lasciano intuire la presenza di un nuovo pianeta roccioso, delle dimensioni di Marte, nella fascia di Kuiper. Lo studio è stato effettuato da Kat Volk
Tutti i premi Nobel 2016
Dal 3 al 10 ottobre 2016 sono stati annunciati i vincitori dei premi Nobel di quest'anno. Di seguito tutto quello che c'è da sapere a riguardo.
Alfred Nobel (l'invetore della dinamite), istituì
Scoperto il segreto del Blob Lyman-Alfa
Un team dell'ESO ha scoperto la vera natura dei Blob Lyman-Alfa grazie all'ausilio dei telescopi ALMA e VLT.
I blob Lyman-Alfa, per gli amici LAB, sono nubi di idrogeno di incredibili
Guida ai più grandi satelliti di Saturno
Tra le più interessanti scoperte ottenute tramite la sonda Cassini, nei 20 anni che ci ha accompagnati, sicuramente molte hanno riguardato la possibilità di vedere da vicino le
Le 365 foto del Sole nel 2016

L'ESA ha pubblicato una foto del Sole per ogni giorno del 2016. Le fotografie sono state scattate dal satellite Proba-2. Lo strumento SWAP a bordo del satellite lavora nell'Ultravioletto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: