Un buco nero da record

Gli astronomi dell’Australian National University hanno trovato un buco nero incredibilmente rapido nell’aumentare le proprie dimensioni fagocitando materia, tanto da detenere il record di accrescimento tra i buchi neri ad oggi noti.

Una massa solare ogni due giorni, divorata a circa 12 miliardi di anni luce di distanza da noi. Questi sono i numeri del buco nero supermassiccio da 20 miliardi di masse solari scoperto dal team di astronomi dell’Australian National University in un articolo pubblicato in pre-print su ArXiv.org in questi giorni.

Ma se è un buco nero, come facciamo a vederlo? In realtà l’oggetto in questione, di magnitudine relativa 16.9, sembra emettere tantissima luce a causa dell’attrito generato dal gas in caduta su di esso. Situato al centro della Via Lattea, apparirebbe 10 volte più luminoso della nostra Luna. Il nome utilizzato per questo fenomeno è quello di Quasar (Quasi-stellar objects), fenomeno del quale fino a tempi molto recenti non se ne comprendeva la natura.

Buchi neri supermassicci così grandi sono estremamente rari e difficili da trovare, in quanto si tratta perlopiù di oggetti molto antichi e lontani, ed in questo caso un passo decisivo nella ricerca lo hanno fornito i dati del satellite Gaia dell’ESA e dello SkyMapper di WISE.

Fonte: ArXiv.org

Esperimento SOX: quando la fantasia supera la realtà, e fa danni
In questi giorni il caos sta investendo i laboratori dell'INFN del Gran Sasso, in Abruzzo. A seguito del dilagare dell'allarmismo, sostenuto anche da un
C'è Spazio Per Tutti, Rat-Man arriva sull'ISS - Recensione del fumetto
Paolo Nespoli è un grande astronauta italiano, attualmente per la terza volta a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Rat-Man è il simpaticissimo
InSight - approfondimento sulla missione della NASA
InSight, la nuova missione marziana della NASA è in arrivo sul Pianeta Rosso. L'obiettivo? Studiare l'interno di Marte per capirne più a fondo i processi che lo hanno
Le dune scure di Marte fotografate dall'MRO


Le macchie scure visibili nelle fotografie sono delle tipiche dune di sabbia marziana. La maggior parte della sabbia sulla Terra è composta del minerale noto come quarzo,
Acqua liquida sotto la superficie di Marte

Lo strumento MARSIS a bordo della missione Mars Express dell'ESA ha rilevato la presenza di una riserva di acqua liquida al di sotto della regione polare sud di Marte. La scoperta
La domesticazione del tacchino
Oggi, 22 novembre 2018, milioni di statunitensi e canadesi festeggiano il Giorno del Ringraziamento. La tipica usanza della cena a base di tacchino sembra avere un'origine ben più lontana
Come funziona l'Atmosfera terrestre? - Parte II
Questo è il secondo di una serie di approfondimenti che vuole portarci a capire più a fondo il funzionamento dell’atmosfera terrestre: dalla composizione dell’aria che respiriamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: