Il Terminator Lunare

Cosa permette di distinguere meglio gli elementi alla destra dell’immagine? Le ombre. La linea del terminatore – chiamata anche zona crepuscolareè la linea che demarca il dì dalla notte. La superficie lunare appare diversa in prossimità del terminatore perché per un osservatore che si dovesse trovare lì il Sole è basso sull’orizzonte, la luce non sovrasta i rilievi che quindi generano ombre più lunghe. Queste ombre ci rendono più facile distinguere la morfologia della superficie lunare, dandoci spunti di profondità in modo che l’immagine bidimensionale, quando è dominata dalle ombre, appaia quasi tridimensionale. Pertanto, quando la superficie della luna si dissolve dalla luce all’oscurità, le ombre non solo ci permettono di osservare rilievi elevati, ma diventano visibili anche strutture sempre più basse. Ad esempio, molti crateri sono ben visibili nelle zone vicine al terminatore perché rende la loro profondità visibile. L’immagine è stata scattata due settimane fa durante la fase di luna calante. La prossima luna piena, una luna senza ombre, avverrà fra una settimana a partire da oggi.

Fonte: APOD
Credits: Immagine di Talha Zia

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

Come funziona l'Atmosfera terrestre? - parte III
Terzo appuntamento con "Come funziona l'Atmosfera terrestre?", la serie di approfondimenti che vuole portarci a capire più a fondo il funzionamento dell’atmosfera terrestre:
Eureka! Quando l'ipotesi diventa teoria
Vi sarete accorti che molto spesso i termini "teoria" e "ipotesi" vengono spesso fraintesi dai "non addetti ai lavori". Vi è ormai una confusione di massa su questi due termini,
Meccanica Statistica questa sconosciuta
Oggi vi voglio parlare della Meccanica Statistica, ovvero della sorellina minore, non per importanza scientifica sia ben chiaro, della più nota triade composta da Meccanica Classica,
Sotto terra la gravità è più forte?
La risposta più intuitiva sembra essere “sì". La gravità attira i corpi verso il centro della Terra, quindi se andiamo più vicini al centro, l'attrazione sarà maggiore, no? In fondo
Titano: due nuovi studi pubblicati grazie ai dati di Cassini
Un gruppo di ricercatori della Cornell University ha pubblicato due nuovi studi su Titano, la luna più grande di Saturno, condotti grazie ai risultati della
Trappist-1: ecco i 7 esopianeti rocciosi annunciati dalla NASA
La NASA ha finalmente annunciato la scoperta: Trappist-1 è una nana rossa, piccola e fredda, attorno alla quale orbitano ben 7 pianeti rocciosi di dimensioni
Sentinel-5P ed i nuovi dati sull'inquinamento atmosferico
Il satellite dell'ESA Sentinel-5P, lanciato il 13 ottobre scorso, ha fornito le prime mappature dell'inquinamento atmosferico. Il satellite è in realtà ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: