Le dune scure di Marte fotografate dall’MRO

http://photojournal.jpl.nasa.gov/figures/PIA12289_fig1.jpg

http://photojournal.jpl.nasa.gov/jpegMod/PIA12289_modest.jpg

Le macchie scure visibili nelle fotografie sono delle tipiche dune di sabbia marziana. La maggior parte della sabbia sulla Terra è composta del minerale noto come quarzo, tendenzialmente bianco e luminoso; su Marte, tuttavia, la maggior parte della sabbia è costituita di scuro basalto, una roccia vulcanica, e per questo risultano molto più scure delle dune terrestri.

Queste fotografie sono state scattate dal Mars Reconnaissance Orbiter nel cratere di Wirtz e per la loro forma sono classificate come barcane. Il pendìo più ripido è situato sulla destra della fotografia (a Est), parzialmente in ombra, e rappresenta la direzione in cui la duna sta migrando, trasportata granulo a granulo dalla forza del vento.

Sulla maggior parte della superficie delle dune sono inoltre visibili ripples, concettualmente simili alle dune, ma molto più piccoli e più rapidi nelle migrazioni e negli spostamenti. Le striature scure sulle dune sono le impronte lasciate dai diavoli di polvere, piccoli vortici tipici di ambienti desertici, che rimuovendo lo strato di polvere adagiato sulla duna espongono all’esterno il substrato più scuro della duna.

Fonte: http://photojournal.jpl.nasa.gov/catalog/PIA12289

Ti piace quello che scriviamo? Scopri qui come puoi sostenerci!

SpaceX: CRS-10
Domani potrete seguire la diretta del lancio del Falcon9 della SpaceX.
Per la compagnia sarà il primo lancio dalla storica piattaforma LC-39A del Kennedy Space Center in Florida, la stessa che fece da
Pan, il disco volante satellite di Saturno
Per la prima volta la sonda Cassini si è avvicinata abbastanza al piccolo satellite di Saturno Pan da permettere di osservarne dettagliatamente la superficie.

Che Pan avesse
Urano e Nettuno, viaggi verso i due giganti ghiacciati
Cassini verso Saturno, Juno verso Giove, New Horizons verso Plutone, Hayabusa1, Hayabusa2 e OSIRIS-REx verso asteroidi vicini, Rosetta verso la cometa 67P/ Churyumov-Gerasimenko,
La fisica dell'E-ink, l'inchiostro degli ebook reader
L'idea è nata negli anni '70, ma il suo brevetto ed il suo utilizzo commerciale inizia nel 1996. L'inchiostro elettronico, o e-ink è attualmente il metodo più diffuso
I segni dei ghiacci polari di Marte

In questa immagine prodotta dalla sonda della NASA Mars Reconnaissance Orbiter, si può osservare un aspetto interessante di alcune regioni della superficie marziana. Il terreno  che
Nakhliti e vulcani marziani: nuovi importanti indizi sulla loro storia
Un nuovo studio pubblicato su Nature a prima firma B.E. Cohen fornisce importanti ed innovativi indizi sull'evoluzione dei vulcani marziani e sull'origine
La fine programmata di Rosetta
La sonda Rosetta, in orbita attorno alla cometa 67/P Churyumov-Gerasimenko è prossima alla sua fine, con l'atterraggio sulla cometa programmato per venerdì 30 settembre alle 12:40 italiane.
La

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: